Beatles: 60 anni fa la loro primissima registrazione insieme... che è andata perduta

La storia di come John, Paul, George e Ringo incisero "Summertime" ad Amburgo nell'ottobre del 1960
Beatles: 60 anni fa la loro primissima registrazione insieme... che è andata perduta

Ai primi di ottobre del 1960, sessant'anni fa, Allan Williams, che allora faceva le funzioni di manager dei Beatles, andò ad Amburgo per supervisionare la prosecuzione del contratto esistente fra i Beatles e Bruno Koschmider, titolare del Kaiserkeller, dove il gruppo di Liverpool (allora composto da Lennon, McCartney, Harrison, Pete Best e Stu Sutcliffe), dopo aver suonato dal 17 settembre al 3 ottobre all'Indra Club (di proprietà dello stesso Koschmider) aveva iniziato il 4 ottobre una nuova serie di esibizioni (che durerà fino al 30 novembre). Al Kaiserkeller i Beatles si alternavano in scena con un altro gruppo di Liverpool, Rory Storm and the Hurricanes (il cui batterista era Ringo Starr), che avevano sempre Williams come manager.
Williams trovò entrambi i suoi gruppi notevolmente migliorati, grazie all'esperienza sulle pedane dei locali della città tedesca, e organizzò una seduta di registrazione all'Akustik Studio di Amburgo. Gestito da un certo Breul, l'Akustik era situato in un ufficio al quinto di un palazzo di sette piani, la Klockmann House, situato in Kirchenhalle 57, vicino alla Stazione Centrale della città anseatica. Williams aveva in mente di lanciare la carriera solista come cantante del bassista Lou Walters.


Alla seduta di registrazione pagata da Williams parteciparono Lu "Wally" Walters, appunto il bassista degli Hurricanes, in quell'occasione anche voce solista, il batterista Ringo Starr, i chitarristi Johnny "Guitar" Byrne e Ty Brien, i chitarristi John Lennon, Paul McCartney, George Harrison. Cinque Hurricanes e tre Beatles. Secondo alcuni assistette alla registrazione, pur non prendendovi parte, anche Stu Sutcliffe, che secondo altri invece quel sabato aveva preferito trascorrerlo con la fidanzata Astrid Kirchherr; Pete Best pare fosse andato ad acquistare delle bacchette per la batteria; Rory Storm, il cantante degli Hurricanes, non c'era. O almeno, nessuno ha riferito che ci fosse.
La registrazione, su nastro magnetico e non direttamente su disco, si svolse di sabato pomeriggio, il 15 ottobre del 1960.
Sul numero 63 della rivista "Mersey Beat" diretta da Bill Harry, le cui pubblicazioni iniziarono il 6 luglio 1961, si fa menzione di questa seduta di registrazione, e si scrive che Allan Williams aveva sentito cantare Lu Walters all'Indra Club, durante una session improvvisata.
Scrisse la rivista:
"In quella seduta di registrazione Lu incise 'Fever' (Davenport, Cooley), 'Summertime' (George Gershwin) e 'September Song' (Anderson, Weill)".


Su cosa uscì da quella registrazione, i ricordi differiscono.
Secondo Allan Williams, nel suo libro "The man who gave the Beatles away", pubblicato nel 1975, "Le canzoni preferite da Wally, Lu Walters, erano 'Fever' e 'Summertime'... all'Akustik vennero stampati quattro acetati... io ho perso il mio a una festa, dopo essermi ubriacato".
Secondo Johnny "Guitar" Byrne ("Beatles Unlimited, numero 84 del 1989) "Allan voleva che Lu Walter registrasse tre canzoni, ma pensava che noi Hurricanes non fossimo abbastanza bravi, e chiese ai Beatles di aiutarci. Alla fine vennero stampati sei o sette acetati di 'Summertime'".
Ringo Starr: "Ad Amburgo ho registrato con Rory. Da qualche parte là fuori c'è un fantastico acetato del quale vorrei avere una copia. Abbiamo suonato 'Fever' e un altro pezzo" ("The Beatles Anthology", 2000).
George Harrison: "Abbiamo registrato anche con Lu Walters... un tizio che credeva di saper cantare. Pagò per registrarsi un disco" ("The Beatles Anthology", 2000).
Paul McCartney: "Abbiamo dato una mano a registrare 'Fever', con Lu di Rory Storm & the Hurricanes. L'abbiamo registrata in un piccolo studio di Amburgo..." ("Club Sandwich", numero 71, 1994).
La maggior parte degli articoli sull'argomento publicati negli anni, e dei libri che citano l'episodio, riportano che "Fever" e "September song" furono suonate da Johnny "Guitar" Byrne, Ty Brien e Ringo Starr, oltre a Lu Walters al basso, e che a suonare 'Summertime' furono - sempre con Walters alla voce e al basso - John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr.
(Personalmente, e dopo aver letto tutto quello che ho trovato in giro sulla faccenda, mi sono persuaso che i tre Beatles furono chiamati a partecipare alla registrazione non per le loro doti strumentali - necessità ampiamente soddisfatta dalla presenza degli Hurricanes - ma per le loro doti di armonizzatori vocali; e quindi sono convinto che anche "Summertime" sia stata suonata da Johnny "Guitar" Byrne, Ty Brien e Ringo Starr, oltre a Lu Walters al basso, e che i cori alla voce di Lu Walters siano stati fatti da John, Paul e George).


La sessione, comunque, si svolse in maniera sbrigativa; qualcuno scrive che i Beatles cercarono di convincere Williams a far registrare qualche canzone anche a loro, ma il manager, vuoi per ragioni di fretta (i Beatles dovevano ricominciare a suonare al Kaiserkeller: il primo turno del sabato andava dalle 19 alle 20.30) vuoi per ragioni economiche, cioè per non spendere altri soldi, rifiutò recisamente.
Nell'articolo del "Mersey Beat" di fine 1963 si scrive che vennero stampati tre acetati, ognuno con una diversa canzone - ma l'informazione non trova corrispondenza in nessun'altra testimonianza; anzi, tutte le altre fonti sostengono che su acetato venne passata solo una canzone - o forse due.
Tutte le fonti concordano sul fatto che "Fever" sia una delle canzoni registrate il 15 ottobre, ma non è certo che di "Fever" siano stati realizzati uno o più acetati. Più concreta è l'evidenza che di "Summertime" siano effettivamente stati stampati degli acetati.
E la prova è qui sotto:

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/stC3jmH7_jF9AYyz_umACqXt8sI=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/beatles-summertime.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/CogO6zW4MZTygPfZ1P97NA6mHR0=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/beatles-summertime-1.jpg

Queste due fotografie sono state pubblicate nell'edizione statunitense del libro "The man who gave the Beatles away", e illustrano un disco a 78 giri con sull'etichetta le parole "Beatles and Wally", "Demo" e "Summertime".
Sul lato B del 75 giri non c'era musica, ma c'erano pubblicità di beni in vendita nel negozio a pianterreno dell'edificio dello studio, un negozio di borse in pelle della Klockmann Company.
(Fra l'altro, la scritta "Beatles and Wally" è coerente con la mia ipotesi sopra esposta: abitualmente il nome sull'etichetta del disco è quello di chi canta la canzone).
Mark Lewisohn, nel suo libro "Tune in", non approfondisce più di tanto la faccenda, prendendo per buona la versione secondo cui Lu Walters avrebbe chiesto di essere accompagnato nell'esecuzione vocale dal suo compagno di gruppo Ringo, con il quale costituiva la sezione ritmica, ma che per il resto gli andavano bene i Beatles. 


Il punto, però, è che dei sei/sette dischi pressati (da nastro magnetico) quel giorno, nessuno sembra essere sopravvissuto.
Pare che Breul, il gestore dello studio, li abbia venduti ai musicisti a tre marchi l'uno (in quel periodo, i Beatles percepivano una paga di 30 marchi al giorno).
Rory Storm ne aveva uno, Lu diede la sua copia alla moglie (poi ex moglie), Williams dimenticò il suo in un pub di Londra, Ty Brien ne aveva uno ma dopo la sua morte non fu mai trovato; secondo Johnny Guitar ne avevano uno anche John e Paul, ma nessuno dei due ne ha mai fatto cenno.
E quindi non esiste una documentazione sonora della prima registrazione insieme mai realizzata da John, Paul, George e Ringo.
Se saltasse fuori una copia di quel 78 giri, non avrebbe prezzo sul mercato dei collezionisti...

Franco Zanetti

Paul McCartney ha inciso "Summertime" nel suo album del 1988 "CHOBA B CCCP":

Caricamento video in corso Link
Dall'archivio di Rockol - Giles Martin racconta "Sgt. Peppers Lonely Heart Club Band"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.