Ha senso ascoltare la musica in streaming in alta definizione?

È da poco sbarcato anche in Italia la versione “HD” di Amazon Music: una panoramica su quali sono i servizi che propongono abbonamenti per audiofili, cosa si intende per “alta fedeltà”, cosa serve per ascoltarla. Ma soprattutto: ne vale davvero la pena?

15 euro al mese per ascoltare la musica in “alta definizione”: sulla carta è un buon affare. In pratica cosa significa? 
Nei giorni scorsi è sbarcato in Italia un nuovo servizio, Amazon Music HD. Non è il solo a proporre musica ad una qualità streaming migliore rispetto a quella standard.
Quella dell’alta definizione nella musica digitale è un tema che ritorna periodicamente: ricorderete il Pono e le battaglie di Neil Young: il rocker canadese, dopo il fallimento del progetto del lettore ad alta fedeltà, si è creato una sua app a pagamento in HD, i Neil Young Archives, e ha dato il suo nuovo EP "The Times" solo ad Amazon proprio per via della qualità di riproduzione. 
Ma la questione ha radici ancora più antiche: perché l’altra parola usata questi servizi, “Hi-FI”, rimanda ad un tempo in cui si compravano ogni sorta di apparecchiature pur di ascoltare meglio la musica.
Abbiamo indagato su offerte (e specchietti per le allodole).

    15 euro al mese per ascoltare la musica in “alta definizione”: sulla carta è un buon affare. In pratica cosa significa? 
Nei giorni scorsi è sbarcato in Italia un nuovo servizio, Amazon Music HD. Non è il solo a proporre musica ad una qualità streaming migliore rispetto a quella standard.
    Quella dell’alta definizione nella musica digitale è un tema che ritorna periodicamente: ricorderete il Pono e le battaglie di Neil Young: il rocker canadese, dopo il fallimento del progetto del lettore ad alta fedeltà, si è creato una sua app a pagamento in HD, i Neil Young Archives, e ha dato il suo nuovo EP "The Times" solo ad Amazon proprio per via della qualità di riproduzione. 
Ma la questione ha radici ancora più antiche: perché l’altra parola usata questi servizi, “Hi-FI”, rimanda ad un tempo in cui si compravano ogni sorta di apparecchiature pur di ascoltare meglio la musica.
    Abbiamo indagato su offerte (e specchietti per le allodole).

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.