Nick Mason sui Pink Floyd: "Siamo imbarazzati per la ricchezza che abbiamo accumulato"

Il merito, dice il batterista della band inglese, è del periodo storico in cui siamo usciti.
Nick Mason sui Pink Floyd: "Siamo imbarazzati per la ricchezza che abbiamo accumulato"

Credo che nessuno abbia il benché minimo dubbio sul fatto che i membri dei Pink Floyd abbiano accumulato in carriera moltissime sterline, dollari o la valuta che meglio preferite. Dei soldi guadagnati negli ultimi cinquanta anni ne ha parlato il batterista della band inglese Nick Mason in una intervista rilasciata alla testata britannica The Telegraph.

Mason, pensando al suo conto in banca, ha dichiarato: "La nostra generazione rock è stata più che benedetta. Penso che siamo tutti imbarazzati per la ricchezza che abbiamo accumulato. E come la usiamo. La mia impronta di carbonio (parametro utilizzato per stimare le emissioni gas serra anche di un individuo, ndr) è spaventosa."

In questo periodo Nick Mason sta, con la sua nuova band, i Saucerful of Secrets, con grande successo, rivisitando in concerto i brani dei primi Pink Floyd – quelli, per intenderci, che vanno dagli inizi fino all'album “The Dark Side of the Moon” (leggi qui la nostra recensione) pubblicato nel 1973.

Nell'intervista, il batterista confessa che lui e i suoi compagni di band della prima formazione dei Pink Floyd - Roger Waters, Richard Wright e Syd Barrett - "saltarono sul carro dei vincitori" del rock psichedelico negli anni Sessanta, cercando di sfruttare la crescente popolarità di quel genere musicale. Ammette: “Non ho ancora ben capito come siamo arrivati al punto di una così libera sperimentazione. Noi ci pensavamo come una band R'n'B, che suona delle hit. Per un po' è stato divertente. Annaspavamo in giro. Volevamo essere un gruppo pop. Volevamo incontrare ragazze, divertirci ed essere famosi. Penso che siamo saltati sul carrozzone. Tutti quei ragazzi delle case discografiche cercavano la nuova grande novità e sembrava che fosse un testa o croce tra la musica psichedelica e quella reggae. E dovreste sentirci suonare il reggae. Davvero male.”

Mason chiude il suo discorso dicendo: “La cosa interessante è quanto fossimo poco popolari con la nostra vecchia e divertente musica psichedelica. Andavamo a nord e la folla fischiava. Ci odiavano. Non riesco a capire perché non l'abbiamo finita lì e poi.”

La nuova formazione fondata da Nick Mason nel 2018, i Saucerful of Secrets, è composta oltre che da lui alla batteria anche da Guy Pratt, dall'ex Spandau Ballet Gary Kemp, dall'altro chitarrista Lee Harris e dal tastierista Dom Beken. Il primo disco della band, “Live at the Roundhouse” (leggi qui la nostra recensione), è stato pubblicato la scorsa settimana.

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
26 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.