Paul McCartney, un nuovo album in arrivo a dicembre?

A margine di una recente intervista, il chitarrista Rusty Anderson ha fatto sapere che l’ex Beatle ha finito un nuovo lavoro discografico, che secondo alcune voci potrebbe vedere la luce il prossimo mese di dicembre.
Paul McCartney, un nuovo album in arrivo a dicembre?

Rusty Anderson - che dal 2001 collabora come chitarrista con Paul McCartney, prendendo parte alla realizzazione di diversi album dell’ex Beatle (“Driving Rain”del 2001, “Chaos and Creation in the Backyard” del 2005, “Memory Almost Full” del 2007, “New” del 2013, “Egypt Station” del 2018) e accompagnando il 78enne musicista britannico in tour - è intervenuto in qualità di ospite, in collegamento, al più recente episodio dello show trasmesso su YouTube di David Friedman e Marc Huzansky, “Tone-Talk”. A margine della puntata, disponibile da ieri - 26 settembre - Anderson ha parlato di un nuovo album di McCartney. Dopo aver ricordato com’è stato lavorare ai precedenti album solisti dell’ex Beatle e aver parlato del disco “Egypt Station”, il 61enne chitarrista statunitense ha fatto sapere: “In realtà, data la sospensione a causa del Coronavirus, lui [Paul McCartney] ha praticamente finito un disco, perché non aveva niente da fare se non andare in studio e registrare. Quindi ha fatto tutto da solo. Penso che ci sia una canzone su cui abbiamo lavorato, che abbiamo inciso prima”. 

Caricamento video in corso Link

Come fatto notare da alcuni utenti che hanno commentato il video dell’intervista su YouTube, le parole di Rusty Anderson sembrano confermare alcune voci secondo cui nei prossimi mesi vedrà la luce un nuovo lavoro discografico dell’ex Beatle, dal titolo “McCartney III”.

Secondo alcune indiscrezioni, riprese in un post pubblicato da André Homan sul blog “Macca News”, il prossimo album di Paul McCartney potrebbe arrivare sui mercati l’11 dicembre e la sua uscita potrebbe essere ufficialmente annunciata a metà ottobre, insieme alla pubblicazione di un singolo. Sempre nel post di Homan è riportato che, secondo alcune voci circolate sul forum dell’ingegnere del suono Steve Hoffman, il disco che dovrebbe uscire prossimamente è stato “scritto, interpretato e prodotto interamente da Paul”. Questo dettaglio potrebbe avvalorare la tesi sul possibile titolo dell’album, “McCartney III”, che riprenderebbe quelli degli album pubblicati come solista dall’ex Beatle nel 1970 e nel 1980, intitolati rispettivamente “McCartney” e “McCartney II”. Queste indiscrezioni sono supportate dal fatto che lo scorso 28 agosto - com’è possibile notare nelle immagini riportate a questo indirizzo - è stato registrato il dominio di un sito web con la dicitura “mccartneyiii.com” dalla CSC Corporate Domains (la stessa società che ha registrato i domini per i siti paulmccartney.com e flaming-pie.com).

Dall'archivio di Rockol - La storia di “RAM” di Paul McCartney
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.