Sting, in collegamento dall’Italia, annuncia un nuovo album di duetti: video

L’ex Police, ospite del programma statunitense di Jimmy Fallon, annuncia l’arrivo di una nuova pubblicazione e propone il video di un brano realizzato con il rapper Gashi.
Sting, in collegamento dall’Italia, annuncia un nuovo album di duetti: video

L’ex Police è intervenuto come ospite, in collegamento dalla sua casa in Toscana, al “Tonight Show” di Jimmy Fallon e ha annunciato un nuovo album di duetti di prossima pubblicazione. A margine della puntata del talk show statunitense dello scorso 25 settembre Sting ha anche parlato del classico dei Police “Don't stand so close to me”, che ha assunto un nuovo significato alla luce della pandemia da Coronavirus, e ha proposto il video di un brano realizzato insieme al rapper statunitense, ma nato in Kosovo, Gashi.

A proposito della pubblicazione di prossima uscita, senza rivelare troppi dettagli come titolo e tracklist, il 68enne artista britannico ha fatto sapere che il disco arriverà nei negozi durante il prossimo periodo natalizio e includerà sia duetti realizzati in passato che canzoni registrate di recente. 

“Nel corso degli anni ho registrato molti, molti duetti con alcune persone fantastiche - Herbie Hancock, Eric Clapton - così li abbiamo raccolti tutti insieme e abbiamo detto: ‘Sai, dovremmo pubblicarli’”, ha detto Sting a Jimmy Fallon. L’ex Police ha poi raccontato che quest’anno ha registrato nuovi duetti con artisti come Melody Gardot - con cui ha collaborato recentemente per il singolo della 35enne cantante jazz “Little Something” - e Gashi. Sting ha aggiunto: “Non sono per niente male. Sarà una sorpresa di Natale”. 

Parlando della collaborazione con il rapper statunitense, l’artista britannico ha detto: “A quanto pare lui è stato influenzato dalla mia musica. Ha scritto una canzone sulla sua relazione con sua madre. Mi ha fatto ascoltare la canzone e ho pensato che fosse una hit, così ho detto che mi sarebbe piaciuto collaborare con lui se lo avesse voluto. Ho partecipato al brano come ospite e abbiamo realizzato un video insieme, ma non ci siamo ancora incontrati”. Ecco la clip di “Mama” di Gashi con Sting, mostrata durante la puntata del “Tonight Show” dello scorso venerdì:

All’inizio della chiacchierata con Jimmy Fallon, Sting ha parlato del brano dei Police “Don't stand so close to me”, originariamente pubblicato nell’album del gruppo britannico "Zenyatta mondatta” del 1980, e del significato che ha assunto il brano alla luce della pandemia da Coronavirus. 

La canzone “Don't stand so close to me” - il cui testo presenta un riferimento al libro “Lolita di Vladimir Nabokov, nel quale viene raccontata l'ossessione di un professore per una ragazza - è stata scritta da Sting per raccontare la storia di un insegnante che riceve le attenzioni di una studentessa, a cui chiede di stare lontano pur essendo lusingato dall’interesse.

Discutendo del significato che ha assunto durante il periodo di quarantena il brano, che lo scorso aprile è stato eseguito dall’ex Police insieme ai Roots e Jimmy Fallon - ognuno da un luogo diverso per rispettare le regole del distanziamento sociale - e di cui a maggio è stato presentato un remix del producer americano Dave Audé, Sting ha detto al padrone di casa del “Tonight Show”: “Ho scritto quella canzone tanti anni fa, e non la cantavo da tempo. Non si riferiva alla quarantena o alla pandemia. Ma immediatamente quel ritornello ha assunto un nuovo significato. Ero molto contento che il brano avesse uno scopo utile ed era un un bel messaggio, e probabilmente lo è ancora”.

Dall'archivio di Rockol - I Police? Non ritorneranno. La seconda parte della nostra videointervista esclusiva
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.