L'inesorabile ascesa di Dario Brunori

L'ottimo rapporto instaurato dal cantautore cosentino con le classifiche di vendita.
L'inesorabile ascesa di Dario Brunori

Quello di Dario Brunori è stato ed è un crescendo. Di album in album, forse di canzone in canzone, ha sempre spostato il limite della sua impresa un po' più avanti. Come fosse un atletico lanciatore di disco - anzi di dischi - impegnato in pedana. Risale al 2009 il suo esordio discografico, non era giovanissimo, andava per i 32 anni: il titolo, un laconico"Vol.1". Seguito, due anni più tardi, da "Vol.2 – Poveri cristi" (leggi qui la nostra recensione), disco che fece timidamente capolino nelle profonde retrovie della classifica di vendita, ma affermò l'incontrovertibile fatto che esisteva un nuovo cantautore degno di ascolto ed attenzione.

Poi, a febbraio 2014 esce "Vol.3 – Il cammino di Santiago in taxi" (leggi qui la nostra recensione) e venne il tempo del raccolto. Quanto ben seminato in precedenza sommato all'ottimo pregio delle nuove canzoni portano Brunori su in alto. Tanto in alto fino a raggiungere il quinto posto nella classifica di vendita degli album. Il tour che ne segue, a presentare i nuovi brani davanti alla gente, segna quasi ovunque la parola esaurito (oppure, se preferite, sold out) sulle locandine che annunciano un suo concerto.

Gli artisti che all'esordio discografico fanno il botto vengono attesi per ulteriore giudizio all'esame della seconda difficile e insidiosa prova. La prova della conferma, quando critica e pubblico attendono al varco pronti a giudicare. Perché è complicato arrivare in cima, ma lo è ancora di più restarci. Essendo che Brunori in cima, o da quelle parti, ci è arrivato con il terzo disco, il ragionamento condotto più sopra rimane valido per il suo quarto album uscito nel 2017 e intitolato "A casa tutto bene" (leggi qui la nostra recensione). Già sapete come si è conclusa la storia, il suo crescendo è inesorabile, e guadagna altre due posizioni in classifica. Ora ha raggiunto il terzo posto.

Ma il raggiungimento della prima posizione è solo rimandato. A gennaio 2020 esce "Cip!" (leggi qui la nostra recensione) e la rincorsa del cantautore cosentino finalmente è compiuta. L'impegnativo paragone avanzato, sin dai suoi inizi, che lo vede assimilato a numeri uno della nostra canzone d'autore, tanto per fare nomi, Francesco De Gregori o Rino Gaetano, non è più (se per Dario lo è mai stato) un pesante fardello con cui convivere e da portare sulle spalle. Il talento, l'autoironia e la naiveté – vera o presunta – che lo contraddistinguono fanno di Brunori un musicista unico.

Il 2020 aveva in serbo per Dario Brunori – che oggi compie 43 anni – un importante tour nei palasport dove poter presentare al pubblico le nuove e le vecchie canzoni. Purtroppo però, nessuno poteva immaginare cosa il 2020, aldilà di ogni programma personale, avesse in serbo per tutti noi. Tanti auguri Dario, nei palasport verremo ad applaudirti più avanti. Promesso.

Dall'archivio di Rockol - Racconta "Cip"!
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
26 nov
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.