I fantasmi di Bruce Springsteen, l'ascolto di "Ghosts"

Il cantautore statunitense ha pubblicato il secondo singolo del nuovo album "Letter to You"
I fantasmi di Bruce Springsteen, l'ascolto di "Ghosts"

Un paio di settimane fa l'ascolto della title track di “Letter to You”, primo singolo del nuovo album di Bruce Springsteen in uscita il prossimo 23 ottobre, ci aveva riconciliato con il genere di suono più caro ai fan del Boss, quello che vede più direttamente coinvolta la E Street Band. Quello che prevede buone dosi di cuore e pancia, oltre a tutto il resto.

Bene, “Letter to You” ci era piaciuta molto e ci aveva soddisfatto, “Ghosts” non ci ha deluso. Per comprendere e amare questo brano va ricordato e tenuto presente che il Boss ha compiuto ieri 71 anni e, parole sue, “Una volta raggiunti i 70 anni, hai davanti un numero limitato di tour e un numero limitato di anni.” e ancora, “A questo punto della mia vita vivo ogni giorno con i morti (…) Una bella parte della vita è ciò che ci è stato lasciato dai morti.”

“Ghosts” è quindi una canzone permeata di malinconia. Crediamo che Bruce l'abbia dedicata a George Theiss, chitarra e voce dei Castiles, il primo gruppo in cui militò il Boss, che è mancato due anni fa a causa di una malattia all'età di 68 anni. Bruce gli fu molto vicino nell'ultimo periodo della sua vita e Theiss viene ricordato nei primi secondi del video di “Ghosts” - diretto dal solito Thom Zimny - prima con l'immagine di una locandina di un concerto dei Castiles e poi in una foto della band.

Bruce Springsteen ha presentato“Ghosts” così: “Ghosts è un brano che fa emergere la bellezza e la gioia di essere in una band, e il dolore che scaturisce dalla perdita di qualcuno a causa di una malattia o del tempo. “Ghosts” cerca di parlare direttamente allo spirito della musica, qualcosa che non appartiene a nessuno di noi ma che può solo essere scoperto per poi essere condiviso insieme. Questo spirito risiede nell’anima comune della E Street Band, alimentato dal cuore”.

Nella clip, immagini in bianco e nero della E Street Band in studio durante la registrazione del brano si alternano a immagini, queste a colori, che ripercorrono la storia musicale di Springsteen dagli inizi sino ai giorni nostri (con un paio di frame dedicati ai live allo stadio di San Siro a Milano). A cucire insieme il tutto lo sguardo malinconico e a tratti stanco del musicista del New Jersey, i fantasmi del titolo riguardano la perdita delle persone care (oltre a Theiss, sono sottointese quelle di Danny Federici e Clarence Clemons), ma anche i ricordi della vita che si è vissuto.

La canzone si chiude con un coro liberatorio, 'all together', di quelli che in concerto funzionano alla grande e cementano l'intesa tra chi sta su e chi sta giù dal palco. L'ultima frase di “Ghosts”, “I'm comin' home”, leggetela e interpretatela come volete, il Boss ha superato i 70 anni e sta tornando a casa. Riportiamo tutto a casa. Questa è una grande canzone.

Dall'archivio di Rockol - Bruce Springsteen racconta Asbury Park
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.