Da Britney a Cher, quando le popstar diventano bambole. Ora anche Billie Eilish

Le vendite delle bambole hanno sempre rappresentato una fetta importante degli introiti legati al merchandising delle popstar: ci prova anche la voce di "Bad guy".
Da Britney a Cher, quando le popstar diventano bambole. Ora anche Billie Eilish

Non sei una vera popstar se non hai una bambola che riproduce le tue fattezze. Dalle Spice Girls a Katy Perry, passando per Britney Spears e pure Cher: sono innumerevoli le star della musica che nel corso delle rispettive carriere hanno stretto accordi con le case di produzione di giocattoli accettando di diventare bambole da collezione, ritrovandosi sugli scaffali dei negozi di giocattoli sotto forma di pupazzi. Ora tocca anche a Billie Eilish, la cantautrice statunitense rivelazione dell'ultima stagione discografica grazie al successo del suo album d'esordio "When we all fall asleep, where do we go?", che ha annunciato una collezione di action figure ispirata a lei e in particolar modo ai videoclip dei singoli "Bad guy" e "All the good girls go to hell".

Già l'anno scorso la voce di "Wish you were gay" si era vista trasformare in bambola da Takashi Murakami, ma il giocattolo frutto della collaborazione con l'artista giapponese era stato messo in commercio solo in edizione limitata (costava 70 dollari, circa 60 euro). Le nuove bambole, invece, saranno in vendita sul suo sito come prodotti del merchandising ufficiale e sono state realizzate da Billie Eilish in collaborazione con Playmates Toys (società leader dell'industria dei giocattoli con sede a Hong Kong) e Bravado (la controllata di Universal che si occupa del merchandising degli artisti del roster del gruppo).

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/l5rx0ux5pjaZYix5WNed_EgZqnI=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fimage-cdn.hypb.st%2Fhttps%253A%252F%252Fhypebeast.com%252Fwp-content%252Fblogs.dir%252F6%252Ffiles%252F2019%252F04%252Fbillie-eilish-takashi-murakami-vinyl-figure-release-1.jpg

Le vendite delle bambole hanno sempre rappresentato una fetta importante degli introiti legati al merchandising delle popstar. Nel 1997 di quelle delle Spice Girls, la girl band britannica in quel momento in cima alle classifiche con "Wannabe" e gli altri successi tratti dall'album d'esordio "Spice", ne furono venduti oltre 11 milioni di modelli. Molto popolari anche le bambole ispirate a Britney Spears (e non solo ai tempi del grande successo mondiale di "...Baby one more time": nel 2007 quando, durante il periodo del ricovero in clinica di riabilitazione, si rasò i capelli fu messa in commercio una bambola ispirata proprio al nuovo look, la Britney Rehab Doll, con una camicia di forza al posto della maglietta) e Christina Aguilera (Kelly Osbourne, la figlia di Ozzy, la utilizzava per riti voodoo, pare - tra le due, all'epoca, non correva buon sangue: cominciarono a lanciarsi frecciatine a vicenda dopo che Kelly in un episodio della serie "The Osbournes" prese in giro la voce di "Lady Marmalade").

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/bZjgLDv4OUTv9HAeVSx2fqqdMTY=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fi.pinimg.com%2Foriginals%2F1d%2Fde%2Ff8%2F1ddef896cd260c3cd4cff5d22f06dfcd.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/ltQD-zMS6eN-8iIX81k5nSySQwg=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fi.pinimg.com%2Foriginals%2Fd1%2Fba%2F8a%2Fd1ba8ad275a423aa13f38cd2dbbb172f.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/p7xGU8iImdMXnkLRFPA8pAs5HuI=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fi.pinimg.com%2Foriginals%2F06%2Ffd%2F14%2F06fd141491e1656e97146d0f06869703.jpg

Sono diventate bambole anche Cher (la Mattel la trasformò in una Barbie nel 2001), la star del latin pop Shakira (dopo il successo di "Whenever, wherever" e "Underneath your clothes"), Kylie Minogue, Gwen Stefani (che nel 2006 mise in commercio una linea in edizione limitata, la "Love. Angel. Music. Baby. Fashion dolls", ispirata al suo album d'esordio dopo i No Doubt) e Katy Perry (dopo il successo di "I kissed a girl", la hit che la lanciò nel 2008). Lo scorso anno la cantante sudafricana Lira ha avuto il privilegio di diventare la prima celebrità nera a ispirare una Barbie di colore (le prime bambole black furono introdotte nel 1980).

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/n7OkX7oizmtr3_DJEHa3WeDtJ6g=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fm.media-amazon.com%2Fimages%2FI%2F718eQh6wIUL._AC_SS350_.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/RhGum_cIJ9Ohom3AkKoLgVL97RA=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fi.pinimg.com%2Foriginals%2Fe8%2Fb6%2F85%2Fe8b6853edc57de1eb6d652b0087b4f83.jpg
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/8eDImNud0ihWySrX4DsXETn6ND4=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fi.pinimg.com%2Foriginals%2Fda%2F65%2F0d%2Fda650d780d613bc26aa5918097cc9e8d.jpg

Le bambole di Billie Eilish saranno in vendita a partire dal prossimo 15 ottobre. Quella di "Bad guy" è alta circa 26 centimetri e riproduce fedelmente il look della cantautrice nel video della hit, tuta gialla e capelli verde acqua. Quella di "All the good girls go to hell" è alta invece 15 centimetri e presenta ali rimovibili.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/Z-jLVRu69ywtPkEMOcICU8Q8PtM=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fwww.rollingstone.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2020%2F09%2Fntwrkapptile_final.png
https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/6OLw4RGZr8rXn7E2fyd7dpZauFA=/700x0/smart/https%3A%2F%2Fwww.rollingstone.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2020%2F09%2FScreen-Shot-2020-09-18-at-5.13.09-PM-e1600463804684.png

L'accordo di Billie Eilish con Playmates Toys segue quello con la Fender, uno dei più noti marchi al mondo di costruttori di chitarre, bassi, pianoforti elettrici e amplificatori, per la produzione e il lancio sul mercato di un nuovo modello di ukulele, ovviamente a lei dedicato. "Penso che l'ukulele dia un'impronta diversa ad ogni singola canzone, e ispira un diverso tipo di scrittura", ha commentato la Eilish, che imparò a suonare la sua prima canzone, "I will" dei Beatles, proprio su un ukulele, a proposito dell'operazione commerciale, "strumenti diversi mi fanno sempre scrivere in modo diverso. Le regole dell'ukulele sono: se conosci tre accordi, puoi suonare qualsiasi canzone tu voglia".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.