Alicia Keys: "Sono cresciuta con prostitute ad ogni angolo di strada"

La musicista statunitense parla dei luoghi oscuri e desolati dove è cresciuta.
Alicia Keys: "Sono cresciuta con prostitute ad ogni angolo di strada"

Alicia Keys ha pubblicato lo scorso venerdì il suo settimo album, “Alicia” (leggi qui la nostra recensione). Presentando al quotidiano britannico The Guardian le canzoni dell'ultimo disco la 39enne musicista statunitense ha parlato a lungo della sua vita rivelando di ritenersi molto fortunata per il successo sin qui avuto ripensando al luogo in cui è cresciuta.

Alicia ha così ricordato ai taccuini del giornale inglese il destino che il posto dove è nata aveva in serbo per lei: “Io sono quella persona [la perdente]. Quella che non sarebbe dovuta uscire da Hell's Kitchen, che sarebbe dovuta finire ad essere una prostituta, una ragazza madre di 16 anni oppure una drogata. Io sono quella che poteva trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato e rimanere ferita o uccisa."

La cantante continua ancora: "La New York da cui provengo era molto oscura, molto desolata". Il quartiere di Hell's Kitchen, dove è cresciuta Alicia negli anni Ottanta, teneva fede in tutto e per tutto al proprio nome, era una delle zone più sporche, in ogni senso, di New York. "Erano tutti posti porno, con prostitute ad ogni angolo".

Quando Alicia Augello Cook, questo il nome con cui è registrata all'ufficio anagrafe della Grande Mela, ha debuttato nel 2001 con il singolo “Fallin'” - incluso nell'album “Songs in A Minor” (leggi qui la nostra recensione)” - era totalmente diversa dalle succinte popstar che spopolavano all'epoca. Nell'intervista spiega come il luogo in cui era cresciuta aveva inevitabilmente influenzato il suo stile: “Dovevo sempre indossare qualcosa di molto largo, molto scuro, con i capelli sempre tirati indietro. Mi sentivo come se le persone mi guardassero e provassero a toccarmi. Questo è il motivo per il quale sono sempre stata un maschiaccio."

Caricamento video in corso Link

Alicia indossava infatti cappelli, giacche di qualche taglia sopra la sua e jeans più larghi, cercando di allontanare quanto più possibile la sua musica da ogni allusione di genere sessuale. “Non sono mai stata quella con unghie e bei vestiti, perché non potevo avere unghie e capelli. E per molte ragazze camminare per le strade è ancora un rischio per la loro sicurezza.”

Anche nel suo nuovo album sono presenti canzoni figlie di quella New York in cui è cresciuta che le è rimasta dentro. "Tutte le canzoni che ho scritto e che sono state considerate incoraggianti o edificanti, le ho scritte nel mio punto più basso. Perché avevo bisogno di ricordare a me stessa: non dimenticare.”

Nel nuovo album “Alicia”, un esempio di quanto riportato più sopra è il singolo “Underdog”. Il suo umile background l'ha aiutata a diventare una persona con un'autostima che non è definita dal conto in banca: “Nessuno vuole non essere in grado di assicurare cibo oppure decenti opportunità ai propri figli, ma ho incontrato molti miliardari e sono fottutamente infelici.”

Caricamento video in corso Link

Alicia Keys ha avuto, senza alcun dubbio, una carriera di successo sin dal primo disco, “Songs in A Minor”, ma ha rivelato che la prima volta che si è sentita davvero soddisfatta di se stessa e del suo lavoro è stato nel 2016 quando ha pubblicato l'album “Here” (leggi qui la nostra recensione). Queste le sue parole: “Lavori duramente per essere accettabile, per essere qualcosa per cui le persone non si offendano. Diventa un'abitudine - soprattutto per le donne - e ha inizio durante l'infanzia.”

In “Here” ha rivelato di averci riversato la sua rabbia sociale e anche se non ha avuto il successo commerciale di altri dischi, lo considera uno dei suoi migliori lavori di sempre: “Per tutta la nostra vita cerchiamo di capire come essere delle brave ragazze, quando in realtà, la cattiva ragazza non è cattiva, sta solo esprimendo un altro lato, oppure è in contatto con rabbia o frustrazione.”

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.