Taylor Swift, un uomo che la molestava è stato condannato a 30 mesi di reclusione

L'uomo perseguitava la musicista statunitense fin dal 2016.
Taylor Swift, un uomo che la molestava è stato condannato a 30 mesi di reclusione

Giornata intensa quella di ieri per Taylor Swift. La musicista statunitense è stata invitata dalla Academy of Country Music e si è così esibita nel tempio della musica country – genere musicale che negli Stati Uniti riveste una grande importanza – per la prima volta da sette anni a questa parte. Sul palco del Grand Ole Opry, a Nashville, Taylor Swift ha interpretato “Betty”, una delle canzoni incluse nel suo ultimo album, pubblicato a sorpresa lo scorso mese di luglio, “Folklore” (leggi qui la nostra recensione).

Sempre nella giornata di ieri e sempre a Nashville, è giunta da parte di un giudice la sentenza per il texano Eric Swarbrick. L'uomo, che era accusato di stalking nei confronti di Taylor Swift, è stato condannato a 30 mesi di reclusione. Swarbrick si è dichiarato colpevole di averla perseguitata recapitando lettere ed e-mail dal contenuto minaccioso alla sua ex etichetta discografica, la Big Machine. L'uomo, in alcune occasioni, si è addirittura recato personalmente da Austin, la sua città, a Nashville per consegnare a mano le lettere.

Nella condanna sono inclusi anche tre anni di libertà condizionata che i pubblici ministeri avevano patteggiato con lo stesso Swarbrick nel 2019. La Swift aveva emesso un ordine restrittivo contro Swarbrick nel 2018, dopo che lui la minacciò diverse volte avanzando il proposito di "violentarla" e "ucciderla". I messaggi dell'uomo, che le sono stati recapitati a partire dal 2016, erano diventati via via sempre più allarmanti.

Eric Swarbrick non è l'unica persona che ha molestato la trentenne musicista. Nell'aprile 2018, uno stalker venne arrestato dopo aver violato la casa della Swift a New York, mentre un altro uomo, che aveva minacciato di ucciderla, è stato condannato a 10 anni di libertà vigilata. Un altro uomo, sempre in quel periodo, venne arrestato davanti alla sua casa californiana, a Beverly Hills.

L'anno scorso, Taylor Swift ha espresso tutta la preoccupazione riguardo la sua sicurezza personale in un articolo scritto per il magazine Elle. "La mia paura della violenza continua nella mia vita personale. Porto con me un kit militare QuikClot che serve per le ferite da arma da fuoco o per le coltellate. I siti web e i tabloid si sono presi la responsabilità di pubblicare online tutti gli indirizzi delle mie residenze. Avendo degli stalker che cercano di entrare in casa mi preparo al peggio".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.