Tracy Chapman ha perso la causa contro Nicki Minaj

Al centro della vicenda un campionamento della hit "Baby can I hold you". Dopo due anni è arrivata la sentenza del giudice. Che ha dato ragione alla femcee.

Il campionamento di "Baby can I hold you", la hit di Tracy Chapman, da parte di Nicki Minaj nella sua "Sorry" è legittimo e non viola la proprietà intellettuale della cantautrice. Tracy Chapman ha perso la causa che aveva deciso di intentare contro la femcee di origini trinidadiane, star della nuova scena rap al femminile statunitense, per violazione di copyright dopo che quest'ultima aveva utilizzato parti di "Baby can I hold you" nella sua "Sorry" senza l'autorizzazione della Chapman (che oltre ad essere l'interprete originale della canzone ne è anche autrice).

La vicenda risale al 2018. Nicki Minaj aveva intenzione di includere "Sorry" all'interno dell'album "Queen", ma decise poi di tenere fuori il brano che campionava la hit di Tracy Chapman proprio a causa degli eventuali problemi di diritti. Per la verità la traccia di Nicki Minaj non campionava direttamente la canzone di Tracy Chapman, ma una rivisitazione della hit incisa dalla 55enne cantante giamaicana Shelly Thunder. Pur rimasto fuori dalla tracklist del disco di Nicki Minaj, il pezzo venne fatto ascoltare in radio dal dj newyorkese Funkmaster Flex. Tracy Chapman aveva chiesto un risarcimento danni. Ma il giudice chiamato ad esprimersi sulla vicenda ha dato torto alla cantautrice: il campionamento non viola la proprietà intellettuale ed è tutt'altro che illegittimo. "Se una sentenza abolisse queste pratiche comuni limiterebbe la creatività e soffocherebbe l'innovazione nell'industria musicale", è stata la motivazione del giudice.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.