Damon Albarn apre a un ritorno dei Blur: ‘Non vedo l'ora di cantare ‘Parklife’ di nuovo’

Damon Albarn apre alla possibilità di vederlo di nuovo con i suoi compagni Dave Rowntree, Alex James e Graham Coxon.
Damon Albarn apre a un ritorno dei Blur: ‘Non vedo l'ora di cantare ‘Parklife’ di nuovo’

Era il 29 marzo 2019 quando Damon Albarn, in occasione del suo show ‘Africa Express: The Circus’ a East London, è stato raggiunto sul palco da Dave Rowntree, Alex James e Graham Coxon, i suoi compagni nei Blur, per quella che è stata l’ultima volta che i componenti della band di “Song 2” si sono esibiti pubblicamente insieme.

Dopo il tour a supporto del suo ultimo album “The Magic Whip” del 2015, conclusosi con il concerto del 29 novembre 2015 ad Abu Dhabi, la formazione britannica non ha più annunciato nessuna tournée e a seguito della performance tenutasi a sorpresa a Londra poco più di un anno fa non ci sono più state occasioni di vedere i Blur suonare nuovamente insieme sullo stesso palco. Recentemente, però, Damon Albarn ha aperto alla possibilità di riunirsi di nuovo con i suoi compagni. A margine di una recente intervista concessa al magazine inglese Music Week, il 52enne musicista inglese, per rispondere alla domanda se i Blur hanno già tenuto il loro concerto finale, ha risposto:.

“Spero proprio di no. Adoro fare quei concerti, sono fantastici, ma non sono qualcosa che devo fare. Li faccio solo perché c'è gioia nel farli. È un piacere assoluto. Non vedo l'ora di cantare ‘Parklife’ di nuovo”.

Il classico del repertorio dei Blur, “Parklife” - originariamente uscito il 25 aprile 1994 - ha compiuto i 25 anni dalla pubblicazione lo scorso anno. La band, però, ha deciso di non celebrare dal vivo il 25esimo anniversario dell’uscita del suo terzo album in studio e - come aveva fatto sapere Albarn in un’intervista rilasciata a The Metro - a dettare questa scelta era stata la Brexit. Il musicista inglese, inoltre, aveva fatto sapere di non essere “contrario a suonare” il disco che contiene - tra gli altri - i singoli “Parklife” e “Girls & boys”, ma di non volerlo fare “solo per una questione di soldi". 

Durante la chiacchierata con Mark Sutherland, pubblicata oggi - 16 settembre - su Music Week, Damon Albarn ha parlato - tra le altre cose - dell’ultimo progetto dei Gorillaz, “Song Machine”, la serie audiovisiva della formazione animata dietro alla quale si nascondono il frontman dei Blur e Jamie Hewlett e che diventerà un album in uscita il prossimo 23 ottobre. Il disco, dal titolo “Song Machine, Season One - Strange Timez” conterrà gli episodi della prima stagione della serie, a cui - come fatto sapere da Albarn a margine della recente intervista - farà seguito probabilmente una seconda parte. 

Oltre ai sei episodi presentati finora di “Song Machine” - tra cui l’ultima puntata, “Strange Timez”, caratterizzata dalla partecipazione di Robert Smith dei Cure - la prossima pubblicazione dei Gorillaz conterrà collaborazioni inedite con St. Vincent, Beck, Elton John, 6LACK, Joan as Police Woman, Goldlink, Unknown Mortal Orchestra e altri. L’album sarà disponibile anche in edizione deluxe, che includerà sei tracce in più rispetto alla versione standard, tra cui la canzone “How Far?”, dedicata a Tony Allen - scomparso lo scorso 30 aprile - e che presenta un featuring dello stesso artista nigeriano, oltre a quello di Skepta.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.