X Factor e il mito della "musica al centro"

La prima puntata del talent, che dice di voler ripensare il rapporto tra piccolo schermo canzoni: ma è davvero necessario?
X Factor e il mito della "musica al centro"
Credits: Bianca Burgo

Alla fine c’è cascato pure X Factor. “Quest’anno mettiamo la musica al centro”, hanno detto alla presentazione del talent: un mantra che sentiamo ripetere con regolarità alle conferenze stampa di Sanremo.
X Factor e il Festival hanno poco in comune, se non di essere due programmi TV fatti con la musica. E ti viene da chiederti: ma se quest’anno la musica è al centro, prima dov’era? A lato, sopra, sotto, a destra o a sinistra?

Ho visto la prima puntata del talent, che andrà in onda questa sera, e c’è poco di diverso dal solito - a parte ovviamente l’assenza del pubblico per questa fase, registrata a luglio.
Non so se, in X Factor 2020, la musica sia più al centro del passato. C'è il solito mix di cantanti bravini ma acerbi, coverizzatori strani, e casi umani. Della qualità eccezionali di talenti di cui si è detto alla conferenza stampa per il momento non c’è traccia. Ma anche questo è un mantra della presentazione di ogni programma TV: “Quest’anno il cast è fantastico”.

Dopo l’edizione flop dell’anno scorso, il motivo principale di interesse è la nuova giuria: quello si è un bel cast. Un cambio completo, personaggi rodati e sempre sul pezzo (Manuel, Mika); Emma che ha già una personalità definita ed è apparsa già molto a suo agio, Hell Raton che se la cava bene, pur essendo sconosciuto ai più. I giudici fanno quello che si fa normalmente ad X Factor, anche senza pubblico: valutano, discutono, litigano. Si commuovono: il momento più bello è la ragazza che si fa chiamare Casa di Lego, che rilegge “Case of you” di Joni Mitchell (una canzone intoccabile…) e anche al duro Manuel scappa la lacrima per la performance. Un bel racconto TV.

Appunto: X Factor è un programma TV fatto con la musica. Ma rimane soprattutto televisione: è intrattenimento, se mettessero davvero la musica al centro, mettendo a lato tutto il resto, sarebbe una noia mortale. Dire che “Quest’anno la musica è al centro” è solo uno slogan. Il concetto è stato espresso decisamente meglio da Manuel Agnelli: “Sono tornato per parlare di musica, per il progetto di portarla in giro in maniera sempre spettacolare ma meno spettacolarizzata”. Ecco: la iper-spettacolarizzazione è stato uno dei problemi principali di X Factor negli ultimi anni. Tutto era eccezionale, tutti erano super-talenti, le cover sempre fighissime. Poi fuori da lì succedeva poco.

La prima puntata di X Factor è un po’ meno iper-spettacolare, sì. La promessa è quella di un programma in cui la musica è raccontata in maniera diversa dal solito: se sarà mantenuta  lo capiremo alle puntate in diretta, da ottobre. Per ora è un racconto molto simile a quello che abbiamo già visto, con nuovi (bravi) giudici e "talenti" che non sono tali. Ma dov'è quel centro in cui bisognerbbe mettere la musica?

(Gianni Sibilla)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.