Festival di Sanremo, trovato l’accordo sulla convenzione tra il Comune di Sanremo e la Rai

Il sindaco di Sanremo, intervistato da Rockol: “Sarà prorogata di un anno. Questo non è il momento storico appropriato per le trattative”.
Festival di Sanremo, trovato l’accordo sulla convenzione tra il Comune di Sanremo e la Rai

Pace fatta, per il momento. Negli scorsi mesi sulla firma della convenzione, tra il Comune rivierasco che ospita il Festival di Sanremo e la Rai, c’erano state delle tensioni. Il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, intervistato da Rockol, ha spiegato che si è arrivati a una scelta condivisa. “La convenzione è stata prorogata di un anno – dice il primo cittadino – non è ancora ufficiale, ma in via ufficiosa posso dire che un accordo è stato trovato, è stata accettata la nostra richiesta. Questo non è il periodo giusto per trattare. Io non penso che la convenzione riguardi solo i soldi, i numeri, penso che ci si debba sedere a un tavolo anche per parlare dei contenuti. Ma questo, al momento, è difficile per tante questioni, quindi è giusto riaprire le trattative il prossimo anno. Una guerra di cifre? No, non c’è stata. Chiaro che se io mi siedo a un tavolo per parlare della questione e mi viene detto, per prima cosa, che devono essere tagliati due milioni di euro, allora io ribatto che ne voglio due in più”.

Domani mattina, mercoledì 16 settembre, sul sito di Rockol si potrà leggere l’intervista completa al sindaco su temi come il rapporto fra la città e il Festival, il futuro di Area Sanremo, l’ipotesi di un Festival in un Ariston semivuoto o addirittura in un’altra location.

Dall'archivio di Rockol - Tutti i vincitori del Festival di Sanremo dal 1991 al 2000
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.