Robert Plant, Willie Nelson e quel pulmino pieno di marijuana

Il ricordo più bello dell'esperienza con l'87enne star del country americano? Per Robert Plant è questo.
Robert Plant, Willie Nelson e quel pulmino pieno di marijuana

Il ricordo più bello del tour che l'anno scorso lo ha visto condividere il palco con l'87enne leggenda del country a stelle e strisce? Per Robert Plant è stato osservare Willie Nelson mentre regalava pacchetti di marijuana, trasformando di fatto il tour bus sul quale viaggiava in un distributore su ruote di erba.

Costretto a smettere di fumare marijuana a causa di problemi respiratori causati dall'abuso di fumo, Willie Nelson non sembra voler rinunciare alla presenza della cannabis, di cui è un noto amante, nella sua vita. Stando al racconto dell'ex cantante dei Led Zeppelin, che si è lasciato andare ai ricordi legati ai concerti con la star del country in una puntata del suo podcast "Digging Deep", Nelson avrebbe approfittato degli spostamenti sul tour bus per far conoscere le attività e i prodotti della Willie's Reserve, la catena di negozi di cannabis legale da lui lanciata con l'omonima società nel 2015: "Viaggiava sul suo grande pulmino regalando erba a tutti. Era un tour bus pieno di marijuana, con le porte aperte: entri, prendi il tuo pacchetto e esci dall'altra parte", ha raccontato Plant, che ha definito l'esperienza dei concerti con Willie Nelson "uno dei momenti salienti della mia intera carriera".

"Ho un po' abusato dei miei polmoni in passato, quindi la respirazione è un poco più complicata in questi giorni e devo stare attento. Ho iniziato a fumare la corteccia di cedro, poi sono passato da quello alle sigarette e a qualunque cosa, e questo mi ha quasi ucciso", ebbe a dire lo scorso anno Willie Nelson, annunciando di aver smesso di fumare, "fumavo due o tre pacchetti di sigarette al giorno, bevevo qualsiasi cosa mi capitasse a tiro e ho avuto la polmonite per cinque volte, il mio polmone è collassato, sono quasi morto, quindi mi sono detto: 'Aspetta un minuto'. Così ho buttato le sigarette, ho arrotolato 20 joint e da allora non ho più fumato una sigaretta. E non ho nemmeno più bevuto così tanto, perché l'uno mi faceva desiderare l'altro, fumo una sigaretta, voglio bere un whisky. Non sarei vivo (senza la marijuana). Mi ha davvero salvato la vita".

Nel corso degli anni la cannabis non ha mancato di creare problemi con la legge a Willie Nelson. Nel 2006 la polizia della Louisiana a seguito di un'ispezione di routine sequestrò circa 700 grammi di marijuana e una quantità poco inferiore di funghi allucinogeni sul tour bus di Nelson. Il cantautore e gli altri quattro uomini che si trovavano sul pulmino insieme a lui sostennero che le droghe erano per uso personale.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.