Ed Sheeran: una copia del primo demo venduta all'asta per 50mila sterline. Ascolta

Ne esistono solo 21 copie, delle quali 19 in possesso dello stesso Sheeran, che voleva far sparire dalla faccia della terra la sua prima prova da cantautore
Ed Sheeran: una copia del primo demo venduta all'asta per 50mila sterline. Ascolta

E' il 2001: a Framlingham, nel Suffolk, un ragazzino di appena tredici anni, musicalmente molto dodato, realizza da solo, registrando personalmente tutte le tracce strumentali, una demo di tredici canzoni intitolata "Spinning Man". Ne masterizza ventuno copie, a beneficio dei talent scount delle case discografiche inglesi e irlandesi, giusto per vedere se succede qualcosa. Passano nove anni ed effettivamente qualcosa succede: Elton John, una delle più grandi star della canzone mai nate su territorio britannico, si complimenta pubblicamente con il diciannovenne Ed Sheeran, il ragazzino di Framlingham che nel frattempo si era trasferito a Londra, aveva iniziato a segnalarsi sul panorama musicale cittadino e che di lì a qualche mese - più precisamente, nel settembre del 2011 - avrebbe iniziato con il suo album di debutto, "+", la sua scalata all'empireo del pop globale.

Di quella demo, "Spinning Man", non si ricordava più nessuno, e - tutto sommato - alla futura voce di "Thinking Out Loud" tutto sommato non dispiaceva: la produzione era rozza, e le idee - comprensibilmente - molto ingenue. Il ritratto dell'artista da cucciolo non era smagliante come il ritratto dell'artista emergente. Anzi, quelle composizioni, fin troppo acerbe, sarebbe stato meglio farle sparire.

Caricamento video in corso Link

Così Ed Sheeran inizia a darsi da fare e ad andare alla ricerca delle copie della sua prima demo: con un po' di buona volontà e con l'aiuto di un discreto capitale iniziale l'artista britannico rintraccia tutti gli esemplari di "Spinning Man" per ritirarli dalla circolazione, in modo che nessuno potesse sentire cosa faceva Ed Sheeran prima di diventare Ed Sheeran. Su ventuno copie, ne recupera diciannove: un risultato decisamente soddisfacente, che - tuttavia - non gli ha assicurato il proverbiale diritto all'oblio.

Come riferisce la BBC, una copia di "Spinning Man" è appena stata battuta dalla casa d'aste Omega Auctions per la cifra record di 50mila sterline - da una base d'asta di circa 10mila: l'esemplare - con il titolo e il nome dell'autore scritto a mano, a pennarello, sul CD stesso, e il bootleg con la presentazione dell'artista, i crediti e i ringraziamenti alla famiglia - era in possesso di un ex discografico irlandese, al quale la demo sarebbe stata consegnata tra il 2008 e il 2009, nel periodo in cui Sheeran si trasferì a Londra iniziando a esibirsi nei piccoli club.

"Si tratta di un importante artefatto nella storia della musica contemporanea, una pietra miliare nello sviluppo di una delle più grandi pop star del mondo", ha spiegato in una nota la casa d'aste. Non sono mancate le polemiche riguardo l'autenticità dell'esemplare: secondo i portavoce del cantante, le copie originali della demo sarebbero contrassegnate da un adesivo con il nome dell'artista e il titolo del disco. Particolare, questo, non presente nella copia appena passata di mano per oltre 55mila euro. La Omega Auctions, dal canto suo, ha garantito circa l'originalità dell'articolo: trattandosi di una delle ultime copie distribuite della demo, la mancanza dell'adesivo sarebbe da imputare all'esaurimento degli sticker da parte del cantante.

"In giro ci sono probabilmente una ventina di copie di 'Spinning Man', e io ne ho 19", aveva spiegato lo stesso Sheeran nel suo libro "A Visual Journey": "Non voglio che nessuno ne possieda una copia. La maggior parte delle canzoni parla di una ragazza che si chiama Claire, che è stata il mio primo amore quando avevo 13 anni".
 

Dall'archivio di Rockol - presenta dal vivo "÷" a Milano
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.