Dire Straits: la storia di "Money for Nothing" e di come fu ispirata dagli ZZ Top

La canzone che regalò il successo negli Stati Uniti alla band di Mark Knopfler ha una storia degna di essere raccontata.
Dire Straits: la storia di "Money for Nothing" e di come fu ispirata dagli ZZ Top

Nel 1985, i Dire Straits avevano già quattro album alle spalle e godevano di un grande successo, anche se - storia vecchia per le band britanniche - negli Stati Uniti, mercato musicale di primaria importanza, non avevano sfondato ancora del tutto. Di lì a poco la situazione per il quartetto inglese sarebbe radicalmente mutata per merito del singolo "Money for Nothing" che li avrebbe lanciati definitivamente in orbita. La popolarità della canzone, però, può essere in parte attribuita a un altro gruppo rock, quello dei texani ZZ Top.

Al tempo la stazione televisiva MTV giocava un ruolo fondamentale per il successo di questo o quell'artista, i passaggi in video erano una condizione necessaria per propagandare al meglio la propria musica. Così il manager dei Dire Straits andò a parlare con i responsabili di MTV, chiedendo cosa avrebbe dovuto fare la band capitanata da Mark Knopfler per ricevere maggiore attenzione e un maggiore numero di passaggi televisivi. La risposta fu chiara e netta: scrivere una canzone di successo e scegliere un regista di alto livello per dirigere il video.

Questo semplice ma sincero consiglio si fece piano piano spazio nella testa di Knopfler, da sempre riluttante nei confronti delle clip musicali. La band inglese infatti le canzoni di successo le aveva avute, ma esisteva un problema con i video. Come scrisse il videomaker Steve Barron nel libro 'I Want my MTV', "A Mark Knopfler non piaceva fare i video. I Dire Straits ne avevano fatti, ma mostravano la band che suonava e i Dire Straits non erano poi così interessanti." Knopfler si pose allora come sfida lo scrivere una hit che potesse funzionare su MTV, così cercò di avvicinarsi al suono di una delle band che funzionavano meglio sul canale, ovvero gli ZZ Top.

"La melodia in origine ebbe inizio con il riff di chitarra", ha spiegato il produttore della canzone, Neil Dorfsman, a Sound on Sound, ammettendo che la band stava "cercando una sorta di suono alla ZZ Top". Tuttavia, come spesso accade in questi casi, la parte di chitarra di "Money for Nothing" finì per prendere vita del tutto casualmente.

Continua così il suo racconto Dorfsman: "Un microfono era rivolto verso il pavimento, un altro non era proprio sull'altoparlante, un altro era da qualche altra parte ancora. Non era come avrei voluto organizzare le cose, probabilmente era stato solo lasciato così la sera prima, quando stavo preparando le cose per il giorno dopo e non avevo del tutto terminato il lavoro. Tuttavia, che fossero in fase oppure sfasati, ciò che ascoltammo fu esattamente quello che poi finì sul disco. Non ci furono altre elaborazioni su quel brano durante il mix."

Dorfsman adorava il suono della chitarra, tanto che suggerì a Knopfler di fare più assoli con la sei corde. "Non gli piaceva l'idea. Ricordo che mi chiedeva, 'Vuoi dire come un rocker?' Io penso che sia uno dei più grandi solisti di sempre, quindi ne volevo ascoltare di più. Continuava a dire 'ZZ Top, ZZ Top' e nella mia testa immaginavo che non avessimo centrato la parte che stava cercando."

In seguito si scoprì che Mark Knopfler era andato direttamente alla fonte per un consiglio. In un'intervista del 1986 con la rivista Musician, il chitarrista dei ZZ Top Billy Gibbons ammise che il collega dei Dire Straits gli aveva chiesto come replicare il suono della chitarra dei ZZ Top. "Non ha fatto un brutto lavoro, visto che non gli ho detto niente!", scherzò in seguito Gibbons.

Per il testo della canzone, Knopfler prese le parti di un lavoratore. Le parole gli vennero ispirate da un vero impiegato di un negozio di elettrodomestici che faceva commenti volgari mentre fissava un muro di televisori sintonizzati proprio su MTV. "Ho scritto davvero la canzone quando ero nel negozio", confessò il frontman dei Dire Straits a Bill Flanagan nel libro 'Written in My Soul'. “Presi in prestito un pezzo di carta e iniziai a scrivere la canzone nel negozio. Volevo usare molto del linguaggio che il ragazzo aveva effettivamente usato quando l'avevo sentito, perché fosse più reale. Semplicemente funzionava meglio nella canzone, era più robusta."

Con esattezza quale fosse il video che il dipendente del negozio stesse guardando in quel momento non è mai stato rivelato. Anche se nel 2007 Nikki Sixx, il bassista dei Motley Crue, confidò alla rivista Blender: "Money for Nothing" dei Dire Straits parla dei Motley Crue. 'Money for nothing and the chicks for free… that little faggot got his own jet airplane'. Erano in un negozio che vendeva televisori e c'era una fila di televisori che suonavano tutti i Motley Crue, è da lì che viene."

Per fare le cose per bene Knopfler pensò di inserire nel testo della canzone il jingle della rete, chiedendo all'amico Sting di dargli una mano. Ancora il produttore Dorfsman ricorda: "Mark gli chiese di cantare in "Money for Nothing", inserendo la melodia di "Don't Stand So Close to Me”. Sapevo che Mark aveva già scritto la frase 'I want my MTV', ma non ero sicuro che avesse in mente la melodia di “Don't Stand So Close to Me”. Sting l'ha fatta in tre passaggi, dopo che la fece mi rigiravo pensando, 'E' qualcosa di incredibile'. Venne fatta in un'ora circa."

La canzone uscì nel giugno del 1985 è divenne rapidamente il singolo di maggior successo commerciale dei Dire Straits, raggiungendo la posizione numero uno in classifica negli Stati Uniti. Come da proposito iniziale, il video di “Money for Nothing” ebbe grande successo su MTV.

Il regista della clip Steve Barron ha raccontato: "Volevo utilizzare una nuova tecnologia di animazione al computer chiamata Paintbox. Io, Mark e la sua ragazza cenammo insieme, cercavo di approcciare l'idea che avremmo dovuto scuotere un po' MTV. E lui mi avrebbe detto di no. Fortunatamente la sua ragazza, che era americana, disse, 'Wow, hai perfettamente ragione. Questo è esattamente ciò di cui ha bisogno MTV.'”

Il successo di “Money for Nothing” spinse l'album “Brothers in Arms” dei Dire Straits a vendere oltre 30 milioni di copie in tutto il mondo. Il video della canzone si aggiudicò il premio quale 'Video of the Year' ai terzi 'MTV Video Music Awards'. Obiettivo raggiunto, Mark!

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.