RCF Arena (Campovolo): battesimo del live il 10 settembre con Ligabue

Il rocker emiliano presenterà il suo nuovo singolo 'La ragazza dei tuoi sogni' presso la nuova struttura in fase di completamento: il nuovo spazio pronto ad aprirsi a eventi internazionali
RCF Arena (Campovolo): battesimo del live il 10 settembre con Ligabue

Esattamente tra una settimana, giovedì 10 settembre, la RCF Arena - la nuova area per concerti all'aperto i cui lavori di costruzione iniziarono circa un anno fa presso il Campovolo di Reggio Emilia - aprirà per la prima volta il suo palco alla musica: a battezzare il nuovo spazio, come già anticipato da Rockol nella serata di ieri, mercoledì 2 settembre - sarà Ligabue, che per l'occasione presenterà in anteprima - anche in diretta su Rai 1 - il nuovo singolo "La ragazza dei tuoi sogni". L'artista di "Balliamo sul mondo", di casa presso l'area parte dello scalo aeroportuale reggino, era già destinato a inaugurare lo spazio - con il concerto "30 anni in un giorno", originariamente programmato per il prossimo 12 settembre poi rinviato al 19 giugno del 2021 a causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19.

L'arena, il cui lavori di complemento sono giunti all'80%, sarà gestita dalla società C. Volo S.p.A., subconcessionaria dell'area a sua volta formata da una cordata di sette imprese, la Coopservice Soc.coop.p.A., la Finregg S.p.a., la Nial Nizzoli S.r.l., l'Rcf Group S.p.a., lo Smart Group S.c.a.r.l., la Taste S.r.l. e l'Arena Campovolo S.r.l., quest'ultima intitolata al manager di Ligabue Claudio Maioli e all'amministratore di Friends & Partners Ferdinando Salzano.

"La particolarità di questo spazio è quello di essere permanente", ha spiegato a Rockol Salzano: "In Italia ci sono molti altri spazi in grado di ospitare festival ed eventi a grande affluenza, ma la RCF ha il suo punto di forza nell'essere una struttura concepita e costruita appositamente per gli spettacoli di musica dal vivo". Con una pendenza media del 5% per garantire alla platea una visione e un'acustica ottimali, e varie configurazioni in grado di poter ospitare afflussi diversi in base al tipo di eventi - da un massimo di 100mila unità a porzioni di pubblico più piccole - la RCF Arena, date le sue caratteristiche, può certamente suscitare l'interesse del circuito del live entertainment internazionale - tanto da essere già stata attenzionata, prima ancora di nascere, nel 2015, dall'ideatore del Lollapalooza e frontman dei Jane's Addiction Perry Farrell. Sono già stati tentati abboccamenti con partner internazionali? "Certo", conferma Salzano: "Purtroppo, a causa della pandemia, tutti i progetti che avevamo in cantiere sono stati congelati, ma le trattative ci sono, e sono in corso".

Con una stagione potenzialmente estendibile da maggio a fine settembre, che cartellone si immagina, Salzano, per la RCF Arena? "Mi piacerebbe avere cinque grandi eventi nel bill, da centomila persone, e poi una decina di spettacoli di richiamo inferiore, che potrebbero essere ospitati anche dal boulevard, area comunque molto vasta che potrebbe tranquillamente far fronte alle diverse esigenze di afflusso. Senza dimenticare, poi, gli eventi extra-musicali, indispensabili per far vivere al pubblico uno spazio del genere". Potrebbe la nuova arena essere una location dedicata all'organizzazione di spettacoli musicali televisivi? "Non è questa la nostra prima preoccupazione, questa struttura è nata con altri presupposti", chiarisce Salzano: "La TV, qui, preferiamo considerarla ospite della musica live. Certo che sarebbe davvero un peccato lasciarsi sfuggire le riprese di eventi come '30 anni in un giorno' o 'Una. Nessuna. Centomila. Il Concerto'". Queste, al momento, sono le uniche due manifestazioni in cartellone: quando ne verranno annunciate altre? "Per eleganza e correttezza abbiamo scelto di non diffondere informazioni in merito a operazioni ancora in fieri", conclude Salzano: "Sia io che Maioli stiamo aspettando di capire che decorso avrà la difficile situazione che stiamo vivendo. Una cosa, però, è certa, e io ne sono sempre stato convinto: la musica dal vivo deve ripartire. Il pubblico ha grande voglia di live, e sicuramente entro la fine dell'anno ci saranno novità da annunciare".

Dall'archivio di Rockol - Ligabue racconta "Made in Italy" sul set del film
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
19 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.