J-Ax: "Altro che popolo di bambini, piuttosto siamo un popolo di adolescenti senza regole"

Il rapper lombardo riflette sulla situazione generata dalla diffusione del Coronavirus.
J-Ax: "Altro che popolo di bambini, piuttosto siamo un popolo di adolescenti senza regole"

J-Ax ha ritirato ieri a 'Imaginaction' il premio per il miglior videoclip del 2020, quello di “Una voglia assurda”, brano nato dopo il lockdown. Con l'occasione, come riporta l'ANSA, ha parlato del Coronavirus e del nostro paese.

Ha dichiarato Alessandro Aleotti, questo il suo vero nome: "Il coronavirus ci ha rubato un po' di spensieratezza, rendendoci consapevoli di tante cose che davamo per scontate (…) Questa estate è andata a rilento sotto tanti punti di vista. La musica si è praticamente fermata e potrà ripartire solo quando la vita stessa ripartirà di certo non hanno aiutato certi comportamenti e certe direttive incongrue da parte della politica."

E aggiunge, "Da una parte il blocco dei live e dall'altra l'apertura delle discoteche: oltre a essere un insulto per migliaia di lavoratori del settore è stato pericoloso per tutti. Avevo detto che siamo un popolo di bambini, no... piuttosto siamo un popolo di adolescenti senza regole. Quando faccio dei post in cui invito a stare a casa e a non fare i coglioni, mi accusano di fare gli interessi di chissà chi. Sì, diciamolo, faccio parte della lobby dei rettiliani che vede figure incappucciate a manovrare il mondo, è un misto di sfiga, incompetenza, ignoranza."

Chiude dicendo: "Altro che uscirne migliori... questa situazione ha dimostrato quello che siamo nel bene e nel male".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.