Kendrick Lamar accusato di violazione di copyright per ‘Loyalty’

Il rapper statunitense è stato citato in giudizio, accusato di aver infranto la legge a tutela del diritto d’autore con il suo singolo in collaborazione con Rihanna.
Kendrick Lamar accusato di violazione di copyright per ‘Loyalty’

Stando a quanto riportato da Music Business Worldwide, il rapper statunitense è stato citato in giudizio per violazione del copyright da un musicista di nome Terrance Hayes. Kendrick Lamar è accusato di aver infranto la legge a tutela del diritto d’autore con il suo singolo “Loyalty”, brano in collaborazione con Rihanna e incluso nell’album “Damn” del 2017.

Stando al ricorso depositato presso il tribunale federale della California lo scorso 21 agosto, Hayes ha dichiarato di aver registrato una propria canzone intitolata “Loyalty” nel 2011 con il musicista e produttore Josef Leimberg. Nel documento legale è, inoltre, riportato che Terrace Martin - collaboratore di Kendrick Lamar, che ha collaborato alla stesura e alla produzione del brano del rapper - aveva precedentemente lavorato con Leimberg e i due sono nominati coimputati insieme alla voce di “Humble”.

Secondo l’esposto, Terrance Hayes ha dichiarato di aver registrato il suo brano “Loyalty” presso l’Ufficio Copyright degli Stati Uniti, dopo averla scritta nel 2011, e di averla incisa presso lo studio Ironworx Creative Recordings insieme a Leimberg. Hayes, oltre ad affermare che tutte le sessioni di registrazione sono state memorizzate sul computer di Leimberg e che Martin ha avuto accesso al suo lavoro, ha fatto sapere che il brano di Kendrick Lamar “propone, copiando, l'intera composizione, compreso titolo, melodia, armonia e ritmo” della sua canzone. Terrance Hayes ha aggiunto che Martin ha “preso la traccia di Hayes, l’ha rallentata attraverso un sintetizzatore e l’ha combinata con un’altra campionatura per mascherare la copiatura”.

Music Business Worldwide ha reso noto che Terrance Hayes ha richiesto un processo con giuria e uno dei suoi obiettivi è di “ricevere tutti i profitti degli imputati”, l’equivalete di “tutte le perdite del querelante” derivanti dalla violazione di copyright e “qualsiasi altro vantaggio monetario ottenuto dagli imputati attraverso la loro violazione”, oltre alle spese legali.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.