Faithless: esce il nuovo album ‘All Blessed’, il primo in 10 anni

Nell'attesa il gruppo britannico ci fa ascoltare il nuovo singolo “Synthesizer”, il secondo inedito, dopo il brano condiviso il mese scorso, in un decennio.
Faithless: esce il nuovo album ‘All Blessed’, il primo in 10 anni

Dopo dieci anni di silenzio discografico – la band britannica è ferma a “The Dance” (2010) - i Faithless sono tornati: il prossimo 3 ottobre pubblicheranno il loro nuovo album, intitolato “All Blessed”, anticipato dal singolo “Synthesizer”. Il brano è già disponibile all’ascolto, lo trovate qui.

La band di Maxi Jazz ha presentato la canzone, riferisce il magazine britannico New Musical Express, come “una lettera d’amore a quello che facciamo e alla musica che facciamo e anche un piccolo commento sociale sulla nostra ossessione per la tecnologia, musicalmente tutto trasformato in un grande caldo audace inno in stile Faithless”.

La formazione londinese di “Salva Mea” ha anche spiegato, racconta sempre NME, che “Synthesizer” è stata la canzone che ha convinto il gruppo a lanciarsi in un nuovo progetto discografico. Illustra infatti la band: “Questo è il brano che ci ha fatto pensare per la prima volta di fare un nuovo album”. Un album che, fanno notare i Faithless, “riflette quello che è sempre stato il manifesto dei Faithless”, ovvero “essere consapevoli, essere premurosi, amare se stessi così da poter amare gli altri e capire quello che sei e dove sei mai in modo polemico ma si spera intelligente e (occasionalmente) d’ispirazione – questa è musica con sentimento e parole con un significato”.

Prima di “Synthesizer” i Faithless, il mese scorso, hanno pubblicato la loro prima canzone in dieci anni, “This Feeling”, con il featuring di Suli Breaks e Nathan Ball. Per il resto, nell’ultimo decennio la band è stata attiva solo dietro alla consolle di diversi festival in giro per il mondo. Il gruppo trip hop, dall’inizio della sua carriera, ha dato alle stampe sei album: “Reverence” (1996), “Sunday 8PM” (1998), “Outrospective” (2001), “No Roots” (2004), “To All New Arrivals” (2006) e “The Dance” (2010).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.