Franco Battiato ci aveva visto lungo

Considerazioni su una frase di "I treni di Tozeur"
Franco Battiato ci aveva visto lungo

"Per un istante ritorna la voglia di vivere a un'altra velocità". E' una frase del testo di "I treni di Tozeur", scritta da Franco Battiato, Giusto Pio e Saro Cosentino e presentata da Alice e Battiato in coppia all'Eurovision Song Contest del 1984. Trentasei anni fa.
Pensavo in questi giorni che "vivere a un'altra velocità" - più lenta, come "ancora lenti" passavano i treni per Tozeur - dovrebbe essere il nostro buon proposito per il rientro di settembre, dopo quest'estate diversa dalle solite a causa del COVID.
Intendiamoci: non voglio fare un discorso di "decrescita felice" - continuo a credere che si debba sempre cercare di crescere, sia economicamente sia socialmente. Quindi "adelante", sì; ma "con juicio" - per citare non un tormentone estivo reggaeton, ma un romanziere dell'Ottocento italiano.


Per stare alle mie strette competenze, che sono quelle della musica e dello spettacolo, il futuro immediato che vorrei sarebbe in un mondo rallentato e più ragionevole. 
Un mondo in cui di nuovi rapper con nomi e pseudonimi improbabili e ridicoli ne esordisca uno al mese - che già sarebbe tanto, pure troppo - e non ne escano tre per settimana; dove le nuove canzoni pubblicate ogni venerdì siano tre/quattro, che sono già tante, e non venticinque; dove per comprare un biglietto per uno spettacolo non ci si debba mettere in attesa davanti a un computer in attesa che inizi la prevendita online, ma si ritorni a fare la fila davanti a un botteghino. 
Dove i siti di streaming propongano (se proprio devono farlo) una playlist ragionata e preparata da un cervello pensante, non cento playlist preparate da un algoritmo. 
Dove i conduttori radiofonici non stiano più al microfono in tre per volta, di cui uno parla e gli altri due ridono a vanvera, ma ce ne sia uno solo, capace di dire cose ragionevoli o interessanti parlando a duecento parole al minuto, e non a seicento. 
Dove al Festival di Sanremo (ma davvero bisogna farlo anche nel 2021? Non sarebbe meglio un anno di dignitoso silenzio?) non partecipino trenta canzoni, ma dodici, però scelte con cura e attenzione per la qualità, e non per la notorietà di chi le dovrebbe cantare. 
Dove ogni utente di social network non abbia la possibilità di pubblicare più di un post al giorno (o davvero pensiamo che ognuno di noi possa avere più di un pensiero al giorno che meriti di essere condiviso con l'universo mondo?). 
Dove non ci si scanni, su giornali e siti e blog, per scrivere per primi del nuovo tatuaggio di qualche semisconosciuto assurto al ruolo di VIP perché è stato visto un pomeriggio in un programma televisivo. 
Dove per guardare tutte le puntate di una serie tv sia necessario aspettare che vengano trasmesse settimana dopo settimana, e non sia possibile il "binge watching". 
Potrei continuare, ma potete continuare anche voi.
You may say I'm a dreamer, lo so bene. Ma se ognuno di noi rallentasse un po', basterebbe anche un pochino, penso che staremmo tutti meglio.

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.