L'ex vincitore di 'Amici' Irama agli emergenti: 'Attenzione a cosa c'è scritto nei contratti discografici'

Il cantante lanciato dal talent condotto da Maria De Filippi torna con un nuovo disco dopo aver cambiato team di lavoro: la videointervista.
L'ex vincitore di 'Amici' Irama agli emergenti: 'Attenzione a cosa c'è scritto nei contratti discografici'
Credits: Rebecca Alison

Spetta a Irama il compito di risvegliare il mercato discografico italiano dopo la consueta pausa estiva, in vista di un autunno che - al momento - si preannuncia poco affollato di uscite (lo stop forzato ai live almeno fino alla primavera del 2021 ha spinto molti artisti a riflettere sull'opportunità di pubblicare un disco senza poi poterlo suonare dal vivo, rimettendo mano ai rispettivi piani). Il 24enne cantante lanciato nel 2018 da "Amici" pubblicherà questo venerdì, 28 agosto, il suo nuovo lavoro.

Si intitola "Crepe" ed è un Ep che contiene sette tracce: lo hanno anticipato i singoli "Arrogante" (uno dei tormentoni del 2019, che a distanza di mesi continua a macinare ascolti sulle piattaforme di streaming e visualizzazioni su Youtube: è vicino al miliardo) e "Mediterranea" (pubblicato appena prima dell'estate, ha i numeri giusti per bissare il successo della canzone dello scorso anno). Completano la tracklist "Bazooka", "Flow", "Eh mama eh" e "Dedicato a te".

Il disco uscirà non solo in digitale, ma anche in formato fisico: una scommessa, considerando che se il mercato del fisico continua ad avere un suo perché - almeno per quanto riguarda gli album degli artisti con un pubblico di giovanissimi, come nel caso di Irama - è soprattutto grazie ai firmacopie nei negozi di musica, che permettono ai fan di incontrare il proprio idolo solo dopo aver acquistato una copia del disco. Eventi inevitabilmente affollatissimi che, al pari dei concerti, resteranno vietati ancora per mesi: "I numeri del fisico, è vero, sono scesi molto dopo il boom dello streaming, ma ho la sensazione che le persone siano ancora legate al disco come oggetto: quando stringono tra le mani il tuo album è per sentirti anche vicino, sapere che hanno qualcosa di te che rimarrà loro. Io stesso sono molto legato all'idea del disco come oggetto da toccare, aprire, annusare: spero che questa cosa non si perda mai. Certo, magari un giorno svanirà, ma finché c'è bisogna assecondarla", spiega il cantante.

Niente firmacopie virtuali, come quelli organizzati da colleghi come Gaia (vincitrice dell'ultima edizione di "Amici") e Benji & Fede: "Sarebbe troppo complesso organizzarli, accontentando tutti", commenta lui, abituato a restare seduto per parecchie ore nei negozi di dischi posando nelle foto e autografando le copie dei suoi album, "piuttosto, spero di tornare presto a cantare dal vivo". Sempre venerdì uscirà un remix di "Mediterranea" realizzato con il rapper De La Ghetto, statunitense di nascita ma portoricano d'adozione, star della scena reggaeton sudamericana: "È da tanti anni che un artista italiano non esce fuori. È arrivato il momento, per noi giovani, di far conoscere all'estero le nuove realtà musicali italiane".

A proposito del divorzio dello scorso anno dall'ormai ex manager Francesco Facchinetti si limita a dire: "Avevamo due visioni diverse del mio percorso". Le regole del mercato, che impongono agli artisti di essere iperproduttivi e sempre presenti sulle scene, gli stanno strette: "Oggi è difficile trovare spontaneità e verità a livello musicale, in generale. Io faccio fatica a rapportarmi a queste regole e ragiono diversamente: scrivo e canto solo se ho qualcosa da dire". E agli emergenti che si interfacciano per la prima volta con il mondo della discografia, Irama - che in passato non ha mancato di scontrarsi con i suoi stessi discografici - suggerisce: "Fate attenzione a cosa c'è scritto nei contratti, è un modo per tutelarvi".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.