Chris Cornell, sul biopic è già polemica. Gli eredi: 'Non è autorizzato'

'Nessuno ci ha avvisato', denuncia la fondazione intitolata allo scomparso leader di Soundgarden e Audioslave
Chris Cornell, sul biopic è già polemica. Gli eredi: 'Non è autorizzato'

Nonostante le macchine da presa non siano ancora nemmeno state trasportate sul set - secondo le indiscrezioni trapelate lo scorso sabato, 22 agosto, le riprese dovrebbero iniziare solo nel corso del prossimo mese di settembre - il biopic sullo scomparso leader di Soundgarden e Audioslave Chris Cornell sta già facendo discutere: secondo quanto dichiarato a Pitchfork da un rappresentante degli eredi dell'artista, il lungometraggio - intitolato "Black days", in riferimento al brano "Fell on Black Days", originariamente pubblicato nell'album dei Soundgarden del 1994 "Superunknown" - non sarebbe autorizzato dai familiari del frontman, autore e chitarrista.

"[Il film] non è autorizzato dalla fondazione", ha spiegato alla testata americana un portavoce del Chris Cornell Estate: "Nessuno ci ha contattati per avere informazioni".

Stando a quanto emerso al momento, "Black Days" sarebbe un progetto congiunto di due società, la Road Rage Films LLC e la Amerifilms LLC, quest'ultima apparentemente legata all'attore e musicista Johnny Holiday, già impegnato su grande schermo nei panni di Carl Perkins nel biopic del 2005 dedicato all'icona country Johnny Cash "Walk the Line".

Caricamento video in corso Link

L'eredità artistica di Cornell, tragicamente scomparso nel maggio del 2017 all'età di 52 anni, è purtroppo da tempo oggetto di controversie, non solo riguardo alla trasposizione cinematografica dei suoi ultimi giorni: già nel dicembre dello scorso anno TMZ riferì di una battaglia legale in corso tra la vedova del cantante, Vicky, e gli elementi superstiti del gruppo - Kim Thayil, Ben Shepherd e Matt Cameron - riguardo sette brani inediti - parzialmente incompiuti - registrati insieme alla band quando Cornell era ancora in vita ma mai pubblicati. I tre compagni di band del frontman, dal canto loro, citarono in giudizio la vedova del collega con l'accusa di "aver distratto a fini personali e familiari" i fondi raccolti per mezzo dell'evento dal vivo "I Am the Highway: A Tribute to Chris Cornell", che il 16 gennaio 2019 vide i tre tornare sul palco del Forum di Los Angeles per onorare - insieme a tanti artisti ospiti - la memoria dell'amico e collega.

I problemi di natura legale non hanno risparmiato nemmeno l'altro progetto cinematografico che, secondo la stampa americana, avrebbe dovuto riguardare la voce di "Black Hole Sun". Nel febbraio del 2019 l'autorevole testata specializzata Variety riferì del progetto "Like A Stone", biopic dedicato a Cornell prodotto nientemeno che dalla star di Hollywood Brad Pitt: il settembre successivo, sui propri canali social ufficiali, Vicky Cornell smentì categoricamente la notizia, senza citare però la fonte originale e facendo riferimento solo alle informazioni riportate dal database di IMDb e riprese dalla testata specializzata Loudwire.
 

Dall'archivio di Rockol - Chris Cornell: la sua voce in 10 canzoni
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.