Steve e Justin Townes Earle: la maledizione che grava sull'ultima dinastia del country USA

La morte del cantautore figlio del già leader dei Dukes è, purtroppo, l'ultima tragedia che ha colpito la tribolata famiglia di artisti
Steve e Justin Townes Earle: la maledizione che grava sull'ultima dinastia del country USA

Al di là delle responsabilità personali, a volte si ha la sensazione che il destino voglia accanirsi su certe famiglie: il paragone con i Kennedy è senza dubbio improprio, ma le vicende che hanno interessato Steve e Justin Townes Earle - quest'ultimo scomparso all'età di soli 38 anni per cause al momento ancora non rese note - raccontano di una lunga serie di problemi, personali e con la giustizia, che rendono il tragico epilogo registrato oggi, lunedì 24 agosto, un sinistro suggello nella storia della famiglia del già leader dei Dukes.

Perché la vita di Steve Earle (nella foto con la sua band, al centro), oggi apprezzato autore, performer, scrittore e già vincitore di tre premi Grammy, è stata tutto meno che semplice: se da una parte la sua carriera è stata illuminata dai tributi di star di prima grandezza della musica americana come Johnny Cash, Willie Nelson, Levon Helm, Bob Seger ed Emmylou Harris, dall'altra le cronache narrano una vita vissuta perennemente in bilico. Steve si sposa giovanissimo, ad appena 18 anni, con Sandra Henderson, a Houston: la relazione si esaurisce nel giro di appena un anno, quando la coppia si separa in seguito al trasferimento di Earle a Nashville, la capitale dell'industria musicale USA, per intraprendere la carriera musicale. Nella Music City l'artista conosce e sposa Cynthia Dunn: anche in questo caso, l'unione non funzionerà. La coppia divorzia dopo breve tempo: Steve, una volta terminata la relazione, convola a nozze con Carol-Ann Hunter, dalla quale avrà il suo primo figlio, Justin Townes, chiamato così in onore dell'amico e collega cantautore Townes Van Zandt.

Earle, però, è uno spirito inquieto: dopo la separazione dalla Hunter l'artista sposa prima Lou-Anne Gill, dalla quale avrà un secondo figlio, e poi Teresa Ensenat, conosciuta "sul lavoro" in qualità di A&R della Geffen Records. Quando anche il rapporto con la Ensenat si logorerà, Earle Senior tornerà in prima battuta sui propri passi, prima risposandosi con Lou-Anne Gill, poi ancora con la cantautrice Allison Moorer, dalla quale - nell'aprile del 2010 - avrà il figlio John Henry Earle, affetto da autismo. Anche questa relazione non si rivelerà stabile: la coppia, nel 2014, annunciò la separazione.

Oltre a una vita sentimentale decisamente movimentata, Earle ha conosciuto il dramma della dipendenza e della detenzione. In questo senso, il periodo buio arrivò nei primi anni Novanta: nel '93 l'artista viene arrestato per possesso di eroina, e nel '94 per possesso di cocaina e di armi da fuoco. Dopo una condanna a un anno di prigione per non essersi presentato a un'udienza in tribunale, Earle sconta sessanta giorni nelle patrie galere prima di completare il proprio percorso riabilitativo presso il Cedarwood Center di Hendersonville, in Tennessee.

Purtroppo, però, proprio mentre Steve stava chiudendo i conti con i suoi demoni, suo figlio Justin Townes si stava preparando ad aprirli: Earle, una volta ristabilitosi, riprende il ragazzo - che aveva lasciato con la madre all'età di appena due anni - con sé, portandoselo dietro in tour. Nonostante la vicinanza, Justin inizia a flirtare con le stesse sostanze che avevano messo nei guai il padre: benché la sua carriera musicale stesse iniziando a decollare, il giovane entra ed esce da strutture riabilitative. Nel 2010, quando il peggio sembrava ormai alle spalle, Justin resta coinvolto in una rissa in un club di Indianapolis: è il segno di una ricaduta, che si ripeterà anche sei anni dopo, nel 2016. La nascita della sua prima figlia, nel 2017, aveva fatto sperare i fan in un nuovo, sereno capitolo nella vita di Earle Jr., che con la famiglia si era trasferito sulla West Coast in cerca di una nuova serenità. Speranze infrantesi, purtroppo, nella prima mattina di oggi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.