AC/DC: Angus Young soffre ancora oggi di ansia da palcoscenico

Il chitarrista degli AC/DC parla del momento in cui è apparso sul palco per la prima volta con la sua famosa uniforme e della paura di essere colpito da una bottiglia lanciata dal pubblico.
AC/DC: Angus Young soffre ancora oggi di ansia da palcoscenico

Il chitarrista degli AC/DC ha recentemente rivelato che l’ansia da palcoscenico non l’ha mai abbandonato. In un’intervista rilasciata a Guitar World, Angus Young ha ricordato la prima volta che è salito su un palco indossando l’uniforme scolastica come la “cosa più spaventosa che abbia mai fatto” e ha svelato che ancora oggi ci sono momenti in cui la paura prende il sopravvento su di lui prima di andare in scena. A proposito del momento in cui Angus Young è apparso sul palco per la prima volta con la sua famosa uniforme, in occasione del concerto tenuto dalla band di "Back in black" nell’aprile 1974 al Victoria Park Pool di Sydney, l’addetto alle sei corde ha narrato:

“È stata la cosa più spaventosa che abbia mai fatto sul palco, ma grazie a Dio non ho avuto abbastanza tempo per pensarci. Sono andato dritto là fuori. La prima reazione del pubblico ai pantaloncini e al resto fu la medesima di un banco di pesci affamati all’ora del pasto: erano tutti a bocca aperta. Io pensavo soltanto a una cosa: non volevo essere il bersaglio di qualche bottiglia lanciata dal pubblico. Ho pensato che se fossi rimasto fermo lo sarei diventato, per cui non ho mai smesso di muovermi. Ho pensato che se fossi rimasto fermo sarei morto”.

Il più giovane dei Young ha poi raccontato di quella volta che il compianto fratello Malcolm ha dovuto incoraggiarlo a salire sul palco e ha detto: “All'improvviso ho sentito uno stivale ed ero su. E c'è questo silenzio mortale. Tutto quello che puoi fare è suonare, e pregare! Abbassi la testa e speri che una bottiglia non ti colpisca. È diventato parte del mio spettacolo. Ho imparato ad abbassarmi e a muovermi”. Alla domanda se diventa nervoso ancora oggi prima di esibirsi, Angus Young ha risposto:

“A volte è spaventoso. Devi incoraggiarti un po’, darti un bel calcio nel culo. Di solito, una volta che ho indosso l’uniforme sto bene. Sono agitato, nervoso, ma non vado nel panico”.

Per descrivere la sensazione che prova quando è sul palco, il chitarrista degli AC/DC ha spiegato: “Sono sulla mia piccola nuvola. L’adrenalina prende il sopravvento. È come la sensazione che si prova durante il decollo di un aereo. È entusiasmante. Quando inizi bene, è la sensazione migliore del mondo. E quando qualcosa va storto, è come se qualcuno ti avesse infilato un attizzatoio rovente nel sedere”. Ha aggiunto: “Per me, gli spettacoli proseguono così in fretta. Incominci e finisci, e poi devi tornare a essere la persona che sei. Questa è la parte più difficile, perché una volta che ti cali nel personaggio dello ‘scolaro’, è difficile uscirne. Io sono come due persone diverse, a volte anche tre”. Ha continuato: “Sono lassù a suonare e penso: ‘Cosa stanno facendo quei piedi?’ Li osservo per vedere in che direzione vogliono andare. È tutto quello che faccio: seguire i piedi e la chitarra. Il duck walk diventa naturale”. La sensazione “migliore al mondo” per Angus Young, ha detto lui stesso, coincide ancora adesso con il momenti in cui indossa l’uniforma e “le gambe iniziano a muoversi”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.