Le parole che convinsero Bruce Dickinson a tornare negli Iron Maiden

Il cantante della band di ‘Fear of the dark’ ricorda quando e perché è rientrato nel gruppo.
Le parole che convinsero Bruce Dickinson a tornare negli Iron Maiden

Sei anni dopo aver lasciato gli Iron Maiden - di cui faceva parte dal 1981 - per dare il via alla propria carriera solista, nel 1999 Bruce Dickinson è rientrato nel gruppo. A margine di una recente intervista rilasciata alla rivista Kerrang!, il cantante della band di “Fear of the dark” ha ricordato il momento in cui ha deciso di tornare tra le fila della formazione britannica e le parole che lo hanno convinto a prendere tale decisione. 

Dickinson ha rivelato che vi era un divario tra le sue aspettative come solista e i risultati ottenuti, che lo ha portato a intrattenere una conversazione con Steve Harris per discutere del rientro di Bruce negli Iron Maiden. “Onestamente, una volta deciso che sarei tornato nel gruppo, avevo capito che Steve si stava chiedendo: ‘È una cosa seria?’ E io ero tipo: ‘Certo che lo è!’”, ha narrato il cantante della storica metal band. Ha aggiunto:

“Quando l’ho detto al resto dei ragazzi della mia band solista, tutti hanno immediatamente detto: ‘Beh, devi tornare’. E io ho detto: ‘Sapete che questo significa non poter più suonare con voi perché i piedi non toccheranno terra’. E loro: ‘Amico, tu devi farlo. Il mondo ha bisogno degli Iron Maiden!’ E io mi sono detto: ‘Cazzo. Non ci avevo mai pensato. Ma avete ragione: il mondo ha bisogno degli Iron Maiden. Facciamolo!’”.

Bruce Dickinson, dopo aver rivelato le parole che lo hanno convinto a tornare nella band, ha svelato che quella frase gli risuonò nella testa successivamente e ha narrato: “Quando sono salito sul palco per quel primo concerto, mi risuonava nella testa: ‘Il mondo ha bisogno degli Iron Maiden’. Ed eccoci qui”. Spiegando che si sentiva “molto più sicuro a proposito di chi era e di come si esibiva” e che aveva “imparato molto dal quel periodo intermedio”, Dickinson ha detto: “Tornare indietro è stata un po' una rivelazione”.

Ripensando all’atmosfera tra i componenti della band, descritta da Bruce come “fantastica”, il cantante degli Iron Maiden ha rivelato che i legami fra i membri del gruppo “erano, e sono ancora, migliori rispetto agli anni ’80”. Sul fatto che se ne sia andato, Dickinson ha detto: “La band è più grande ora di quanto sarebbe stata se non me ne fossi andato”.

Già in un’intervista rilasciata alla stazione radiofonica spagnola RockFM lo scorso anno, Bruce Dickinson aveva ricordato il suo rientro tra le fila della formazione britannica e aveva descritto il primo disco degli Iron Maiden dopo il suo ritorno, “Brave New World” del 2000, come “uno dei migliori che abbiamo mai realizzato".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
24 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.