Quando venne chiesto a Dave Grohl di cantare un brano di Jovanotti: video

Il tour a supporto del quarto album in studio dei Foo Fighters fece tappa anche in Italia e, in occasione del concerto a Milano nel 2002, il già batterista dei Nirvana partecipò a un noto programma televisivo.
Quando venne chiesto a Dave Grohl di cantare un brano di Jovanotti: video

Quasi un paio di mesi dopo la pubblicazione del disco “One by one” della band capitanata dal già batterista dei Nirvana il tour dei Foo Fighters, a supporto del loro quarto album in studio del 2002, fece tappa anche nel nostro Paese. In occasione del concerto di Dave Grohl e soci in programma l’11 dicembre 2002 al Palalido di Milano, il frontman della formazione di Seattle venne invitato a partecipare a un noto programma televisivo per presentare l’allora più recente lavoro discografico del suo gruppo al pubblico italiano. Lo show era “Total Request Live”, trasmesso su MTV Italia dal 1999, e ad accogliere il leader dei Foo Fighters presso lo studio del programma, situato nei pressi di piazza Duomo a Milano, c’erano Marco Maccarini e Giorgia Surina.

Caricamento video in corso Link

Durante la puntata il frontman del gruppo di “There is nothing left to lose” non si risparmiò. Dave Grohl rispose a tutte le domande che gli vennero fatte sull’album “One by one”, rispettò i convenevoli di rito di “TRL” - come presentare il video di “All my life” dei Foo Fighters e salutare dal celebre balcone la folla di fan accorsi in Piazza Duomo per vedere, anche se solo da lontano, il loro idolo - e si sforzò di dire qualche frase di circostanza in italiano. Proprio durante uno dei suoi tentativi di pronunciare qualche parola nella nostra lingua, il frontman della formazione di Seattle regalò ai fan di tutta Italia uno dei momenti più esilaranti che legano Grohl alla Penisola. Dopo la trasmissione di un video dei Gemelli Diversi, gruppo milanese in voga tra la fine degli anni '90 e i primi anni 2000, Dave Grohl si fece scappare in diretta televisiva un “Che schifo”. Accortosi della gaffe, oltre a chiedere scusa, l’artista statunitense si giustificò dicendo che si stava solo esercitando a parlare in italiano. Per distogliere l’attenzione dal commento negativo di Grohl sulla performance di Thema e soci, Giorgia Surina chiese al leader dei Foo Fighters se conosceva Lorenzo Jovanotti. Il già sodale di Kurt Cobain rispose di non conoscerlo personalmente ma di ricordarsi “quella canzone sulla motocicletta”. La conduttrice, intonando alcuni versi di “La mia moto” del cantautore romano, invitò così Dave Grohl a cantare la canzone del Jova. Il frontman dei Foo Fighters, però, si limitò a muovere la testa a tempo e a dire che era quello il pezzo a cui si riferiva. 

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Dall'archivio di Rockol - Forme e colori dei Foo Fighters
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
12 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.