I Killers pubblicano il nuovo album e pensano già al prossimo: ‘Uscirà tra circa 10 mesi’

Brandon Flowers e soci raccontano il loro nuovo lavoro discografico, uscito oggi, parlano dell'indagine sugli abusi sessuali in tour e dei progetti futuri della band.
I Killers pubblicano il nuovo album e pensano già al prossimo: ‘Uscirà tra circa 10 mesi’

La band statunitense ha pubblicato oggi, 21 agosto, il suo nuovo lavoro discografico, “Imploding the mirage”. In occasione dell’uscita dell’ideale seguito di “Wonderful Wonderful” del 2017 i Killers, intervistati dal New Musical Express, hanno raccontato il loro ultimo album e hanno rivelato che i fan non dovranno aspettare molto per ascoltare il successore del loro sesto disco.

Oltre a parlare dell’indagine interna avviata per le accuse di cattiva condotta sessuale presentate contro la loro crew in tour e del suo “sollievo” quando non sono state trovate prove a conferma delle accuse mosse da un tecnico del suono di nome Chez Cherrie - che accusava di comportamenti abusivi e misogini verificatisi in un camerino di Milwaukee nel 2019 -, Brandon Flowers ha svelato che il seguito di “Imploding the mirage” sarà pubblicato “tra circa dieci mesi” e che lui e il suo gruppo sono già tornati in studio di registrazione con i produttori Shawn Everett e Jonathan Rado. 

Il frontman dei Killers ha narrato a NME che la nuova versione del singolo del 2019, “Land of the free”, presentata lo scorso giugno con il testo modificato e attualizzato in seguito alle proteste esplose in diverse città americane dopo la morte di George Floyd, è nata perché gli “sembrava la cosa giusta da fare”. 

Ricollegandosi al fatto che originariamente il brano pubblicato nel 2019 parla della diversità in America, in aperto contrasto con le politiche del governo Trump, Brandon Flowers ha ammesso - riferisce il New Musical Express - che ha “esorcizzato gran parte della sua angoscia politica in ‘Land of free’”. Alla domanda se la sua ira non si riverserà sul prossimo disco della sua band, il leader dei Killers ha risposto:

“Presente quando qualcuno fa un disco e dice di avere 50 canzoni e che sta per pubblicare un altro album? Beh, lo stiamo per fare davvero!" 

Prima di sottolineare che il successore di "Imploding the mirage" non si tratterà di un "disco sulla quaratena", ha detto:

“Pubblicheremo un altro disco tra circa 10 mesi. Siamo già tornati in studio con Rado e Shawn. Sono emozionato. Potrebbe essere migliore di questo”.

Anticipato dai singoli “Caution”, "Fire in bone”, "My own soul's warning” e "Dying breed”, oltre che dall’esecuzione del brano “Blowback” - presentato live lo scorso aprile a margine di una diretta streaming per “CBS This Morning” - “Imploding the mirage” include 10 canzoni, tra cui le collaborazioni con Lindsey Buckingham, k.d. lang e Weyes Blood.

Caricamento video in corso Link

Ecco la tracklist di “Imploding the mirage”:
01. My Own Soul’s Warning
02. Blowback
03. Dying Breed
04. Caution (feat. Lindsey Buckingham)
05. Lightning Fields (feat. k.d. lang)
06. Fire in Bone
07. Running Towards a Place
08. My God (feat. Weyes Blood)
09. When the Dreams Run Dry
10. Imploding the Mirage

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.