Rolling Stones, Ron Wood: ‘C’è della bella musica sui fornelli’. Ma chiede ai fan pazienza…

Gli Stones sono al lavoro e non vedono l'ora di potersi incontrare tutti quanti per ultimare i brani che hanno iniziato a impostare. Così come, ma su questo peserà l'evoluzione della pandemia da Covid-19, non vedono l'ora di tornare sul palco.
Rolling Stones, Ron Wood: ‘C’è della bella musica sui fornelli’. Ma chiede ai fan pazienza…

I Rolling Stones stanno lavorando a della nuova musica. Lo ha raccontato Ron Wood nel corso di un’intervista di Sky News, invitando però i fan alla pazienza perché la nuova musica arriverà, specifica, “gradualmente”. “C’è della bella musica sui fornelli, sai, è nel cassetto, ora la stiamo portando verso la parte anteriore del piano cottura, ma gradualmente”. Prosegue ancora il secondo chitarrista degli Stones: “Il fatto è che non possiamo riunirci tutti insieme per farlo al momento ma stiamo lavorando a nuova musica. Ho anche un paio di album pronti a partire”. Alla domanda poi se tra qualche anno la band tornerà in tour l’ex Faces ha risposto: “Ti prego non dire che sarà qualche anno, voglio essere fuori l’anno prossimo, per certo”. Se l’evoluzione dell’emergenza sanitaria in corso dovesse renderlo possibile, ovviamente. Conclude infatti il musicista britannico: “Non stiamo trattenendo il respiro, altrimenti saremmo collassati. Ma stiamo felicemente andando avanti giorno per giorno… e ci godiamo le nostre famiglie”.

Durante il periodo più difficile del lockdown, tra i mesi di aprile e maggio, Ron Wood racconta di essersi sì dedicato alla musica, ma anche all’altra sua grande passione, la pittura. “Ho pensato, non lascerò che mi deprima, ad ogni modo. A volte ho avuto un periodo di musica o altri momenti in cui c’era solo l’arte e non suonavo”. In effetti, stando alle successive parole di Wood, l’arte sembra aver avuto la meglio sul resto: “È quello che sto facendo ultimamente, non sto suonando. Non per scelta. E aspetto il giorno in cui potrò suonare di nuovo. Ma è stato un onore trascorrere la maggior parte del lockdown rendendo omaggio ad artisti che mi hanno acceso al college e nei miei anni giovanili. Ho reso omaggio a Delacroix, Picasso ed El Greco”.

Poco dopo la fase più acuta della pandemia i Rolling Stones hanno pubblicato il singolo inedito “Living in a Ghost Town”. Dal punto di vista discografico, invece, la band di “Angie” è ferma a “A Bigger Bang”, uscito quindici anni fa e seguito, solo nel 2016, dall’album di cover “Blue & Lonesome”. A settembre Mick Jagger e soci pubblicheranno una ristampa, nella forma di cofanetto, di "Goats Head Soup" (1973) con rarità e inediti.

Dall'archivio di Rockol - Quella volta che i Rolling Stones subirono un attentato terroristico...
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.