I Metallica non si aspettavano che James Hetfield tornasse in rehab

“Uno shock” per Kirk Hammett. “Non ce lo aspettavamo”, dice invece Trujillo. I Metallica hanno raccontato di essere stati colti del tutto impreparati dalla ricaduta di James Hetfield.
I Metallica non si aspettavano che James Hetfield tornasse in rehab

Come noto, nel settembre dello scorso anno il frontman dei Metallica James Hetfield ha intrapreso un nuovo percorso di riabilitazione per fronteggiare al meglio la ricaduta del cantante, già in passato alle prese con problemi di dipendenza da alcool e altri tipi di sostanze. Per questa ragione la band heavy metal ha dovuto far slittare le date in Australia e Nuova Zelanda, consentendo così alla voce di “Nothing Else Matters” di rimettersi in sesto.

Nel corso di un’intervista concessa dalla band a Metal Hammer i componenti dei Metallica hanno però raccontato che la ricaduta del compagno è arrivata del tutto di sorpresa e che non si sarebbero aspettati che potesse riaccadere. “Non ce lo aspettavamo”, ha spiegato infatti Robert Trujillo, addetto al basso tra le fila dei Four Horsemen, proseguendo: “Sembrava che James stesse bene, ma poi guardi indietro e cerchi di analizzare la situazione nel corso del tempo e vedi dove c’erano bandiere rosse… Stare on the road può essere molto impegnativo, e posso immaginare per James come sia svegliarsi là davanti a tutta quella gente e stare su mentre la tua famiglia non è con te e tutte le cose stanno andando avanti, si accumulano”. Stessa sensazione per Kirk Hammett, che racconta a Metal Hammer come la notizia, “profondamente destabilizzante”, sia stata per lui “uno shock”. Queste sono invece le parole del batterista e co-fondatore della band Lars Ulrich: “Questi ragazzi sono nella mia vita da più tempo di chiunque altro a parte i miei parenti”. E ancora: “Sappiamo qual è l’iter. Quando vedi i tuoi fratelli, i tuoi amici, i tuoi partner passare attraverso alti e bassi per decenni sai com’è il processo”.

Nel 2001 la band di “Enter Sandman” ha attraversato uno dei momenti più difficili della sua carriera proprio mentre Hetfield era in rehab, anche se era già da qualche tempo che i Metallica si trovavano in acque agitate. Le turbolenze furono insistenti al punto da portare il gruppo a decidere di rivolgersi a un "performance enhancement coach", intraprendendo una terapia per riuscire a riprendere a lavorare, come band, in serenità.

Nonostante la ricaduta di Hetfield i Metallica sono al lavoro sul loro prossimo capitolo discografico, ideale seguito del precedente “Hardwired... to Self-Destruct” (2016). Dopo aver lavorato individualmente, nei giorni più intensi del distanziamento sociale legato alla pandemia da Covid-19, i Metallica si sono infine riuniti, con mascherina, in studio per lavorare insieme alle idee raccolte negli ultimi mesi. Per la verità, però, il video attraverso il quale la band ha documentato l’incontro in studio mostra i Four Horsemen alle prese con del vecchio materiale, nello specifico l’intro di "Creeping Death”. La speranza, stando alle più recenti dichiarazioni della formazione, è che quello fosse solo un riscaldamento.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.