Fantastic Negrito: “Il talento può salvarci da questo mondo malato”. L'intervista.

Il cantautore e chitarrista statunitense il 14 agosto pubblica ‘Have You Lost Your Mind Yet?’, il suo terzo album: “La mia musica è cronaca sociale”.

Fantastic Negrito: “Il talento può salvarci da questo mondo malato”. L'intervista.

Non è mai stato uno da mezze misure, né nella musica né tanto meno nella vita, fra eccessi e ricerca artistica, tra genio ed estro folle. Fantastic Negrito realizza, ancora una volta, una micidiale radiografia alla società contemporanea, facendola a fette con una katana e trovando, fra i resti di un mondo annebbiato, piccoli frammenti di bellezza e verità, quelli che lo spingono a restare ancora in piedi. “Prendi il mio video ‘Chocolate Samurai’ – dice l’artista - in mezzo alla pandemia da Covid-19 ho chiesto a tutti i miei fan, sparsi per il mondo, di regalarmi un momento di vita vera. Il video è un collage dei loro contributi. Un modo per stare tutti insieme, per uscire dal vortice di notizie che ci uccidono tutti i giorni la mente. Sì, siamo tutti affetti dalla stessa malattia”.

Caricamento video in corso Link

Vincitore di due Grammy Awards nella categoria ‘Best Contemporary Blues Album’ con ‘The Last Days of Oakland’ (2016) e ‘Please Don’t Be Dead’ (2018), il vulcanico Fantastic Negrito, cantautore e chitarrista di Oakland, è tornato con l’album ‘Have You Lost Your Mind Yet?’, il terzo lavoro in uscita il 14 agosto. “I miei dischi sono sempre una cronaca sociale, ho cantato l’abbandono dei più deboli, la violenza delle armi e tante altre piaghe – continua – in questo ultimo lavoro racconto le menti perse, schiacciate da un flusso di informazioni che non riusciamo a decifrare. In molti non reagiscono neppure più, sono assuefatti: un altro afroamericano ucciso dalla polizia? Ah, ok. Una sparatoria in una chiesa? Ah, ok. Viviamo in un grande caos che ci ha reso insensibili perché non abbiamo il tempo di processare tutti quegli stimoli”. Come reagire? “Le manifestazioni, le proteste, il cercare di essere persone migliori, va tutto bene – sottolinea – credo anche che sia fondamentale, però, esprimerci al meglio quotidianamente, per questo ho realizzato quel video-collage pieno di energia positiva. Io suono, ma c’è chi scolpisce, chi fa quadri, chi è bravissimo nel proprio lavoro, tutti noi possiamo dare il nostro contributo: l’energia che ci scorre dentro non va offerta in pasto alla rabbia o sarebbe solo sprecata. Il talento che ognuno di noi custodisce va alimentato ed è questa la strada per disegnare un mondo migliore. L’essere umano è pericoloso, per questo deve concentrarsi sulla bellezza o su quello che sa meglio realizzare”.

La musica di Fantastic Negrito trasuda schiettezza, tra black music, roots, punk e blues: ogni brano è un affresco di un artista magnetico, che ha vissuto i massimi di un contratto discografico da un milione di dollari, i minimi di un incidente d’auto quasi fatale ed è ora nel mezzo di una rinascita che lo ha portato dalle strade di Oakland al palcoscenico mondiale. “In questo album ci sono influenze di Stevie Wonder, dei Queen e di una valanga di artisti rap che mi ricordano l’importanza della strada – sorride Xavier Amin Dphrepaulezz, questo il vero nome di Fantastic Negrito – dire che considero Jimi Hendrix un maestro è scontato. Non esiste artista al mondo che non sia stato influenzato, chi più o chi meno, da Jimi”. L’album vede la collaborazione di Nahuel Bronzini al mixer, già al lavoro sul precedente ‘Please Don’t Be Dead’, ed i feat di Tank and the Bangas e della leggenda del rap della Bay Area E-40. “Volevo musica originale, diversa da quella realizzata in precedenza – svela – ero alla ricerca di una contaminazione fra i suoni anni ’70 e quelli contemporanei. Non voglio mai ripetermi o mi sentirei sconfitto: la musica deve farmi sentire cambiato, libero. Se, realizzando un nuovo album, provo sensazioni vecchie, vuol dire che ho fallito”.

(Claudio Cabona)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
22 mar
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.