Microsoft è in trattativa per comprare TikTok

Lo rivela il New York Times: così l’app più popolare tra i giovani potrebbe evitare il bando negli Usa voluto dal presidente americano Trump.

Microsoft è in trattativa per comprare TikTok

Microsoft è in trattativa per l'acquisizione di TikTok, a rivelarlo è il New York Times. L’indiscrezione arriva proprio mentre il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha spiegato di essere pronto a ordinare alla cinese ByteDance di cedere la sua quota nella popolare app, accusata di essere diventata uno strumento nelle mani di Pechino per spiare gli americani. TikTok, infatti, è di proprietà di ByteDance, una società cinese che ha un valore di 100 miliardi di dollari. Questo ha sollevato sospetti sull’app, con alcuni funzionari dell'amministrazione Trump che hanno dichiarato di essere preoccupati che TikTok rappresenti una minaccia per la sicurezza nazionale. Il presidente Usa sta dunque valutando se imporre a ByteDance di dismettere i beni americani acquisiti nel 2017, o di bandire l’applicazione e aggiungerla alla entity list che vieta alle aziende straniere di acquistare prodotti e servizi americani senza una licenza speciale, come è già successo con Huawei. Fondata nel 2014, TikTok, da app per video musicali è diventata oggi un fenomeno mondiale con oltre 800 milioni di utenti in tutto il mondo. Nel 2017 è stata acquisita da ByteDance e dal 2019 l'applicazione è sotto indagine da parte del Committee on Foreign Investment in the United States, che esamina le acquisizioni estere di aziende americane alla ricerca di minacce alla sicurezza nazionale.

I confini di TikTok sono in continua espansione. Il social network cinese punta, come ogni impresa sul mercato che si rispetti, a conquistare un sempre maggiore numero di utenti. Dopo avere testato l’eCommerce, ora la app cinese starebbe pensando a creare un servizio di musica in streaming, che possa essere in grado di sfidare le piattaforme leader del mercato Spotify e Apple Music. Come ha riportato Primaonline.it, secondo il Financial Times, ByteDance sarebbe in contatto con le principali major musicali - ovvero, Universal Music, Sony Music e Warner Music - per ottenere accordi di licenza globali e sviluppare il proprio business. Secondo i numeri pubblicati dal Financial Times, la app avrebbe ormai raggiunto il miliardo di utenti e starebbe valutando di quotarsi in Borsa entro il primo trimestre del 2020. Allo stesso tempo negli Stati Uniti è finita sotto i riflettori delle cronache, perché come scritto alcuni senatori hanno chiesto l’apertura di una indagine: la app potrebbe inviare i dati degli utenti del Paese alla Cina. Un rapporto travagliato quello di TikTok con gli Stati Uniti.

Dall'archivio di Rockol - I talk show di Rockol per la Milano Music Week: “Il ticketing”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.