YouTube, 3,8 miliardi di ricavi da pubblicità nel secondo trimestre 2020

In crescita del 5,8% su base annua e in lieve calo rispetto al primo trimestre

YouTube, 3,8 miliardi di ricavi da pubblicità nel secondo trimestre 2020

I report trimestrali diffusi da Alphabet - la società madre di Google - relativi al secondo trimestre del 2020 hanno rivelato come YouTube abbia generato 3,8 miliardi di dollari tra gli scorsi mesi di aprile e giugno solo grazie agli annunci pubblicitari presenti sulla sua piattaforma. Il dato è in crescita su base annua del 5,8%, ma in lieve flessione rispetto al primo trimestre, durante il quale la pubblicità ha fruttato alla piattaforma di video sharing 4,1 miliardi di dollari.

Questi non sono gli unici ricavi che i contenuti audio e video generano per Alphabet: dal computo sono infatti esclusi gli abbonamenti a pagamento a YouTube e YouTube Music Premium, che pure - a detta dell'ad Sundar Pichai - hanno fatto segnare buone prestazioni.

Le cifre comunicate potrebbero riaccendere le polemiche con il mondo discografico a causa del value gap, il differenziale tra la ricchezza generata dai contenuti coperti da diritto d'autore, specie musicali, e la quota di questa ricchezza "girata" da YouTube - ancora coperta dallo scude legislativo del safe arbor - ai titolari dei diritti: Pichai ha giocato d'anticipo, ricordando come nel 2019 la piattaforma di video sharing abbia pagato oltre 3 miliardi di dollari all'industria musicale a livello globale.
 

Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.