La figlia 'sana' di Ozzy Osbourne prepara il suo esordio nella musica

A differenza dei fratelli, non ha mai fatto parlare di sé.
La figlia 'sana' di Ozzy Osbourne prepara il suo esordio nella musica

A differenza dei suoi fratelli Jack e Kelly, che sono spesso comparsi sulle pagine dei giornali e dei tabloid per bravate e sregolatezze varie, finendo anche in cliniche di rehab, lei (nata nel 1983) è sempre stata schiva e riservata. Quando MTV mandò in onda la serie "The Osbournes", raccontando le bizzarre giornate della famiglia Osbourne e i problemi dei suoi componenti (tra dipendenze e altro), la ragazza si rifiutò di apparire nello show e prese le distanze dai comportamenti dei suoi parenti, mostrati in tv. Ora, dopo quattro anni di silenzio discografico, Aimee Osbourne - figlia del già frontman dei Black Sabbath e Sharon Levy, primogenita della coppia - torna alla musica con un nuovo album.

Il disco, che segnerà di fatto il suo esordio dopo gli esperimenti musicali degli ultimi anni, come i singoli "Raining gold", "I can change" e "Cocaine style", non ha ancora una data d'uscita, ma Aimee ha già pubblicato il primo singolo estratto dal lavoro (che uscirà con il nome di ARO, progetto di cui fanno parte anche il chitarrista e bassista Billy Mohler, il tastierista Rene Arsenault e il batterista Brendan Buckey), "Shared something with the night". "Man mano che cresco come persona, cresce anche la musica che scrivo. Mi piace combinare tra loro i generi. E queste canzoni mi hanno sorpresa", ha detto all'edizione statunitense di Rolling Stone.

La figlia di Ozzy ha fatto sapere di aver scritto la canzone durante il lockdown di New York, in confinamento nel suo appartamento. Ecco il video:


 
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.