The Kid LAROI, il giovane rapper “benedetto” da Juice Wrld

Il talento di Sydney pubblica oggi il suo primo progetto, “Fuck love”: nel brano “Go” il feat con il compianto artista di Chicago.

The Kid LAROI, il giovane rapper “benedetto” da Juice Wrld
Credits: Steve Cannon

Il grande cielo del rap mostra una nuova stella, pronta a brillare. Nato e cresciuto a Sydney, in Australia, da madre di origine aborigena e padre francese, The Kid LAROI, all’anagrafe Charlton Kenneth Jeffrey Howard, 16 anni, sceglie come colonna sonora della sua vita, sin dai primi ascolti, artisti come Tupac, Erykah Badu, The Fugees, Lil Wayne e Kanye West. Passa il tempo a giocare ai videogiochi e a biliardo con gli amici, oltre che a scrivere rime seduto sulle panchine delle strade della sua città, affinando le sue doti di paroliere e rapper. Mai avrebbe pensato di finire sullo stesso palco di un’icona come Juice Wrld. Parte da qui, da queste istantanee. Il primo mixtape di LAROI, in uscita oggi, si intitola “Fuck love” ed è una perfetta sintesi della wave emozionale e viscerale di un certa scuola rap, di cui è stato un grande esponente proprio il compianto Juice Wrld. Il rapper di Chicago, scomparso l’anno scorso, con la giovane stella australiana ha firmato alcuni pezzi significativi: “Hate the Other Side”, contenuto nell’album postumo “Legends Never Die”, e “Go”, brano simbolo in questo primo progetto del giovanissimo rapper. Quest’ultimo ha accumulato oltre 65 milioni di streaming in tutto il mondo, una hit che si affianca a un altro brano che accenderà i riflettori sulla stella australiana: si tratta di “Wrong” con Lil Mosey, rapper diciottenne di Seattle.

Caricamento video in corso Link

LAROI inizia a scrivere canzoni rap sin da bambino, riempiendo taccuini di rime, racconti e pensieri. La svolta, come per molti altri rapper, arriva con il caricamento di video di freestyle e canzoni embrionali sul web. Riscuote subito un buon successo di pubblico. “Un ragazzo mi ha contattato su Facebook dicendo che avrei potuto usare il suo studio gratuitamente – ricorda The Kid - mi ha permesso di passare un sacco di tempo a registrare, ho realizzato alcune canzoni in modo più completo e le ho pubblicate su Soundcloud”. Dopo il tragico omicidio di suo zio nel 2015, fatto che sconvolge tutto il suo nucleo famigliare, The Kid e sua madre iniziano a vivere un periodo di grandi difficoltà economiche, ma il ragazzo non smette mai di volgere mente e cuore alla musica, alimentando il sogno di trasformarla in un vero lavoro.

Uno dei pezzi che gli permettono di uscire dall’ombra è "Let Her Go" del 2019, il cui video, diretto da Cole Bennett, vanta oltre venti milioni di visualizzazioni. The Kid trasforma in musica pezzi di vita, storie d'amore grezze e gioca con tonalità malinconiche, classiche della emo-trap, e allo stesso tempo sputa fuori melodie contagiose che si appiccicano nella mente e non se ne vanno più via. Dopo aver vinto un concorso Triple J Radio nel 2016, si guadagna il rispetto di Lil Bibby che lo porta ad avere i primi contatti con Juice Wrld, che diventerà il suo mentore e punto di riferimento assoluto. Insieme scrivono canzoni e dividono il palco in diverse occasioni. Nel 2018 registra il suo ep di debutto “14 With A Dream”, confermando tutte le sue doti e il suo stile crossover. “È davvero quello che ho sempre immaginato e sognato – conclude il talento – tutto quello che faccio è per me, per elevarmi. Prendo la musica molto sul serio e la tratto come arte”. The Kid LAROI vuole rompere il paradigma del rap adolescenziale, destinato a spegnersi in poco, con una tenacia e una convinzione autorale che si riscontra proprio nel mixtape “Fuck love”, l’inizio di quello che potrebbe essere un lungo e nuovo percorso.

(Claudio Cabona)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.