Germania, a fine agosto un concerto per studiare la ripresa dei live

Gli scienziati tedeschi alla ricerca di 4000 volontari per valutare i rischi dei grandi eventi post-Covid

Germania, a fine agosto un concerto per studiare la ripresa dei live

Il nome del progetto - Restart-19 - dice praticamente tutto sull'obbiettivo che le autorità della Sassonia, in collaborazione con la facoltà di medicina dell'università di Halle, si sono poste nell'organizzare per il prossimo 22 agosto alla Quaterback Immobilien Arena di Lipsia un concerto di Tim Bendzko, stella del pop tedesco che con il suo disco d'esordio - "Wenn Worte meine Sprache wären" del 2011 - aveva venduto oltre mezzo milione di copie nella sola Germania: l'evento servirà a studiare l'eventuale diffusione del Covid-19 a un grande evento al chiuso in uno scenario post pandemico. In sostanza, cosa succederebbe se, in autunno, ripartissero i grandi concerti indoor?

Per capirlo le autorità tedesche sono alla ricerca di 4200 volontari - circa un migliaio hanno già aderito, gli altri possono registrarsi sul sito ufficiale dell'iniziativa a questo indirizzo, restart19.de - la cui età sia compresa tra i 18 e i 50 anni, e - requisito indispensabile - siano risultate negative al Coronavirus. Agli spettatori verrà chiesto di indossare mascherine prima entrare nella venue, che in passato ha ospitato - tra gli altri concerti - quelli di Bob Dylan e Britney Spears: ai partecipanti verrà fornito un rilevatore di posizione, che registrerà i movimenti all'interno della venue durante la serata e la distanza mantenuta dagli altri volontari, e dei flaconi di disinfettate fluorescente che servirà agli studiosi per valutare queli superfici siano le più toccate e - di conseguenza - le più pericolose. Inoltre in sala sarà presente una fog machine - una macchina del fumo - che servirà per valutare la diffusione del virus per via aerea. Dopo l'evento, tutti i volontari saranno sottoposti nuovamente al test anti-Covid.

"Stiamo cercando di scoprire se possa esistere una via di mezzo tra la vecchia e la nuova normalità in grado di permettere ai promoter di adattare un numero sufficiente di persone in una sala da concerto", ha spiegato uno dei responsabili del progetto - il cui costo è di poco inferiore al milione di euro - Stefan Moritz, medico alla guida del reparto malattie infettive dell'ospedale universitario di Halle, al Guardian. I risultati dello studio dovrebbero essere resi noti all'inizio del prossimo mese di ottobre.
 

Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.