Skunk Anansie, in arrivo l'autobiografia di Skin

L'edizione in inglese del libro è atteso sui mercati per il prossimo 24 settembre
Skunk Anansie, in arrivo l'autobiografia di Skin

E' stata battezzata "It Takes Blood & Guts" l'autobiografia che la leader degli Skunk Anansie Skin pubblicherà il prossimo 24 settembre. "Come donna di colore e omosessuale che canta rock, Skin è una forza imperdibile, specialmente all'inizio della carriera della sua band", si legge nella presentazione del libro diffusa alla stampa britannica: "Ha dovuto lottare per il successo, e ancora oggi lo fa. Il libro racconterà la storia della sua infanzia difficile a Brixton, della lotta contro la povertà e il pregiudizio, spaziando dai primi passi con il gruppo al successo planetario, passando dall'impegno come attivista sociale e culturale nel sostenere i diritti della comunità LGBTQ+, delle donne e dei giovani nel settore dell'arte e della musica", diventando "una delle donne più influenti del rock britannico".

Il volume è stato compilato dalla cantante della band di "Post Orgasmic Chill" insieme a Lucy O'Brien, giornalista in passato già in forze nell'organico del New Musical Express da sempre interessata al ruolo delle donne nel mondo della musica.

"La gente adora se un bianco si mette a cantare soul, e lo fa diventare famoso. Se sei bianco e vuoi fare il rapper, magari avrai qualche difficoltà all'inizio, ma c'è sempre la possibilità che tu possa diventare il più grande rapper del mondo. Al contrario, però, questa cosa non funziona. Quando ho iniziato a cantare rock, mi è stato detto che non stavo facendo la musica della mia gente", aveva dichiarato Skin a Cos la scorsa estate: "Di recente un giornalista mi ha chiesto: 'E' stato difficile, per te, essere una donna di colore e fare musica per bianchi'?. Gli avrei chiesto: 'Quale credi sia la musica dei bianchi?'. Il rock viene dal blues, l'elettronica dalla disco. Ho pensato: 'Accidenti, credono davvero che sia roba loro. E' come se noi, in merito, non avessimo avuto nessuna influenza'".

Caricamento video in corso Link

Sempre lo scorso agosto Skin si era espressa piuttosto polemicamente - definendosi "molto irritata" - nei confronti di Beyoncé, che aveva sostenuto di essere stata "la prima donna di colore a essersi esibita a Glastonbury come headliner" [al festival britannico gli Skunk Anansie si erano esibiti sul palco principale nel 1999, Beyoncé nel 2011].
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
15 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.