Nick Cave su Nina Simone e la sua versione del brano di George Harrison: 'La voce di cui abbiamo bisogno'

Il cantautore australiano racconta qual è la “canzone di protesta” che ammira “per il modo in cui è stata scritta o arrangiata”.
Nick Cave su Nina Simone e la sua versione del brano di George Harrison: 'La voce di cui abbiamo bisogno'

Attraverso il proprio sito, il cantautore australiano raccoglie domande dei suoi fan e risponde loro offrendo personali punti di vista o opinioni. In uno dei suoi recenti Red Hand Files, Nick Cave ha risposto a una domanda di Damian da Melbourne, Australia, che ha chiesto qual è la “canzone di protesta” che il cantautore ammira “per il modo in cui è stata scritta o arrangiata”. Nel rispondere, Cave ha elogiato Nina Simone e la sua la versione live di “My Sweet Lord” di George Harrison, inclusa nell’album dal vivo dell’iconica cantante del 1972, “Emergency Ward!”.

Sottolineando che il disco di Nina Simone è stato “per sua stessa ammissione, la sua risposta di opposizione alla guerra del Vietnam”, Nick Cave ha spiegato: 

“Questo album inizia con un’interpretazione di 18 minuti di ‘My Sweet Lord’, che potrebbe benissimo essere il suo più grande successo musicale. La versione di Nina Simone della delicata preghiera cosmica di George Harrison diventa, nelle sue mani, un urlo di abbandono spirituale e di accusa.”

Caricamento video in corso Link

Il cantautore australiano ha poi aggiunto:

“Questa interpretazione è un’emozione gospel da brivido, con mantra, selvaggi battiti di mani sincopati e strane urla di sottofondo, per gentile concessione del Bethany Baptist Church Junior Choir del South Jamaica di New York. Il canto del mantra ‘Hare Krishna’ è stato rimosso e sono stati aggiunti altri ‘Hallelujah’ mentre Nina torna alle sue radici da Metodista e proclama: ‘I really want to see you, Lord. But it takes so long’. E più avanti: ‘Il mondo ha bisogno di te. Non vuoi mostrarti, Signore?’”.

Caricamento video in corso Link

Dopo aver definito Nina Simone come “una macchina vivente di rivendicazione”, per le barriere razziali e di genere che è stata costretta ad affrontare per guadagnare il rispetto che meritava, Nick Cave ha scritto nella pubblicazione numero 104 dei suoi Red Hand Files:

“In questa affermazione straordinariamente audace, Nina Simone si ribella di fronte all’oblio spirituale, e un mondo (e Dio), che permette così facilmente alla guerra e carneficine insensate di accadere. È una canzone di protesta per eccellenza, che funge da forma di trasporto, un veicolo che ci trasporta in un viaggio complesso e sfumato nella rabbia trascendente. La canzone stessa diventa forgia di rabbia, in cui Nina Simone è combattuta e ribelle e, nei versi finali, tira giù i cieli che si infrangono intorno alle nostre orecchie”.

Per concludere il cantautore ha dichiarato: “Forse, questa è la voce di protesta di cui abbiamo bisogno ora - intelligente, investigativa, trascendente, infuriata e decisamente complessa”.

Dall'archivio di Rockol - Nick Cave: la carriera del Re Inkiostro, dagli esordi a "Distant sky"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.