YouTube lancia un tool dedicato agli artisti

'Analytics for Artists' permetterà a band e management di monitorare la fruizione del proprio repertorio anche nei contenuti UGC
YouTube lancia un tool dedicato agli artisti

YouTube ha reso disponibile un nuovo strumento dedicato agli artisti titolari di canali ufficiali sulla popolare piattaforma di video sharing: come spiegato nell'introduzione pubblicata nei tutorial di YouTube, Analytics for Artists - questo il nome della dashboard - permetterà di ottenere una visualizzazione unificata del traffico di tutti i canali controllati, visualizzare i dati aggregati, quelli sull'interazione, sulla scoperta e geografici riferiti al repertorio postato online. Tra le particolarità del servizio, c'è l'opzione total reach, che permette di analizzare il consumo del repertorio su YouTube non solo riferito ai canali ufficiali ma anche ai contenuti UGC: questa funzionalità permetterà di monitorare, brano per brano, l'utilizzo totale o parziale di un'opera in video creati dagli utenti. Come hanno sottolineato i gestori della piattaforma, la possibilità di analizzare il gradimento del repertorio da parte degli utenti attivi e dei creator rappresenta un'opportunità soprattutto per gli artisti indipendenti ed esordienti: "in media, i primi 1.000 artisti su YouTube ottengono oltre il 20% delle visualizzazioni idonee per alle proprie statistiche dai video UGC", ha spiegato in una nota la società del gruppo Alphabet.
 

    YouTube ha reso disponibile un nuovo strumento dedicato agli artisti titolari di canali ufficiali sulla popolare piattaforma di video sharing: come spiegato nell'introduzione pubblicata nei tutorial di YouTube, Analytics for Artists - questo il nome della dashboard - permetterà di ottenere una visualizzazione unificata del traffico di tutti i canali controllati, visualizzare i dati aggregati, quelli sull'interazione, sulla scoperta e geografici riferiti al repertorio postato online. Tra le particolarità del servizio, c'è l'opzione total reach, che permette di analizzare il consumo del repertorio su YouTube non solo riferito ai canali ufficiali ma anche ai contenuti UGC: questa funzionalità permetterà di monitorare, brano per brano, l'utilizzo totale o parziale di un'opera in video creati dagli utenti. Come hanno sottolineato i gestori della piattaforma, la possibilità di analizzare il gradimento del repertorio da parte degli utenti attivi e dei creator rappresenta un'opportunità soprattutto per gli artisti indipendenti ed esordienti: "in media, i primi 1.000 artisti su YouTube ottengono oltre il 20% delle visualizzazioni idonee per alle proprie statistiche dai video UGC", ha spiegato in una nota la società del gruppo Alphabet.
     

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.