Pussy Riot, la nuova canzone ‘Riot’ è ispirata a Black Lives Matter

Dall'America Latina agli Stati Uniti: le ragazze cattive del collettivo russo anti-Putin sono tornate con un nuovo brano.

Pussy Riot, la nuova canzone ‘Riot’ è ispirata a Black Lives Matter

Dopo “1312”, il brano nato dall’incontro tra le Pussy Riot e gli argentini Parcas, Dillom e Muerejoven e rivolto ai paesi dell’America Latina con un focus particolare sui temi del femminicidio e della violenza della polizia, il collettivo femminista russo è tornato a rivolgere lo sguardo fuori dai confini nazionali e questa volta, a circa un mese di distanza da “1312”, l’ha fatto riflettendo sugli Stati Uniti e sulle istanza sollevate, in questo periodo più che mai, dal collettivo Black Lives Matter. Nasce così la più recente canzone del gruppo punk, intitolata “Riot”. Potete ascoltarla qui:

Caricamento video in corso Link

Il brano, scrive la statunitense Pitchfork, non fa riferimento per la verità solamente a Black Lives Matter e alle proteste che si sono sollevate Oltreoceano in risposta alla morte di George Floyd, ma anche all’arresto dell’attivista del gruppo Peter Verzilov, condannato a due settimane di reclusione per il suo presunto coinvolgimento nelle manifestazioni che la scorsa estate hanno preceduto le elezioni per il rinnovo del parlamento russo.

Le azioni delle componenti e dei componenti delle Pussy Riot hanno dovuto fronteggiare nel corso della storia del gruppo – il collettivo nasce a Mosca nel 2011 – numerosissimi ostacoli: molti membri delle Pussy Riot sono stati più volte arrestati e alcuni di loro, come Maria “Masha” Alyokhina, sono stati puniti con la detenzione nelle colonie penali russe, un’esperienza che la formazione ha raccontato nello spettacolo, che l’anno scorso ha fatto tappa anche alle nostre latitudini, “Riot Days”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.