Penny Lane, il responso: la via resa famosa dai Beatles non ha riferimenti razzisti

Gli storici hanno parlato: non c'era motivo di imbrattare Penny Lane, la strada di Liverpool resa nota dall'eponimo brano dei Beatles.
Penny Lane, il responso: la via resa famosa dai Beatles non ha riferimenti razzisti

La questione è stata sollevata nei giorni scorsi da coloro che ispirandosi alle rivendicazioni del movimento per i diritti della comunità afroamericana Black Lives Matter stanno in tutto il mondo mettendo in discussione i monumenti e le targhe che contengono riferimenti a figure o episodi legati allo schiavismo, al passato coloniale e più in generale a comportamenti ritenuti poco meritevoli di celebrazioni.

Dall’America, dove il movimento ispirato al Black Power ha riacquistato vigore dopo l’uccisione di George Floyd avvenuta lo scorso mese di giugno, le proteste si sono diffuse in tutto il mondo, arrivando anche in Italia – la prima vittima è stata la statua del giornalista Indro Montanelli, a Milano. Oltremanica, invece, a pagare il possibile nesso con un passato poco lodevole è stata, ad esempio, la celebre targa Penny Lane, che dà il nome alla via di Liverpool resa celebre dall’eponimo brano dei Beatles. La contestazione, non accertata, era che la via, indissolubilmente legata ormai nell'immaginario collettivo ai .Fab Four, fosse intitolata al trafficante di schiavi del XVIII secolo James Penny: per questa ragione la targa era stata imbrattata con la scritta “razzista” e ricoperta di vernice.

Per nulla sicuri che il riferimento fosse azzeccato tanto il sindaco di Liverpool quanto l’International Slavery Museum avevano promesso accertamenti sulla faccenda, accertamenti che sono infine arrivati e che hanno negato il legame tra Penny Lane e James Penny. Ha infatti fatto sapere l’istituto, attraverso una comunicazione ufficiale, di essersi consultato con storici come Tony Tibbles del Liverpool Laurence Westgaph e l’ex direttore del Merseyside Maritime Museum ed esperto di storia della schiavitù Glen Huntley e di essere giugno alla conclusione che “la ricerca completa a nostra disposizione ora dimostra che non esistono prove storiche che collegano Penny Lane a James Penny”. 

Secondo lo storico locale e guida turistica Ralph MacDonald, citato dal magazine statunitense Ultimate Classic Rock, Penny Lane apparve per la prima volta su una mappa nel 1840 come Pennies Lane, quasi mezzo secolo dopo la morte di Penny nel 1799.

Prima di quel momento, era una strada senza nome lontana dal centro di Liverpool, tra i motivi per i quali MacDonald nutriva dubbi sulla connessione della via con Penny. Ha dichiarato lo storico all’edizione statunitense di Rolling Stone: “Penny Lane in quel periodo era una strada di campagna piuttosto rurale. Quindi mi ha colpito. Sarebbe molto strano che una via in mezzo alla campagna prenda il nome di qualcuno nello stesso modo in cui lo farebbero le strade prestigiose del centro città”. Lo storico ha poi specificato che è dal 2010 che un team congiunto di storici sta indagando sulla questione, da molto prima dunque del clamore mediatico di queste settimane.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.