Fedez: 'Ecco la mia proposta per aiutare i lavoratori dello spettacolo'

Il rapper milanese: 'Noi artisti potremmo rinunciare a una parte degli anticipi delle agenzie'. Ma...

Fedez: 'Ecco la mia proposta per aiutare i lavoratori dello spettacolo'

Fedez è stato intervistato oggi, lunedì 22 giugno, da Peter Gomez nell'ambito della festa dei dieci anni del Fatto Quotidiano. Nel corso dell'incontro (visibile a questo indirizzo), il rapper e imprenditore milanese ha avanzato una proposta per alleviare la difficile situazione dei lavoratori del settore della musica dal vivo provocata dalla cancellazione di eventi live a causa della pandemia da Covid-19. Federico Lucia - questo il nome all'anagrafe del cantante - ha spiegato:

"Parliamo di operai, fonici, tecnici che non percepiranno reddito per il prossimo anno. Con la mia società avevo cercato di portare avanti l’idea di eventi drive-in, il tema è che non ci sono linee guida, non sai come muoverti e rischi di fare un disastro completo. Se noi artisti vogliamo aiutare le maestranze, ci decurtiamo una percentuale degli anticipi dei minimi garantiti che le società di booking ci danno e creiamo un fondo per i lavoratori, evitiamo flash mob e abbiamo la soluzione lì"

Ci sarebbe piaciuto approfondire nei dettagli l'apprezzabile proposta di Fedez. A decurtare la percentuale degli anticipi minimi garantiti (esattamente quanto, in percentuale?) dovrebbero essere gli artisti stessi, che quindi diventerebbero i titolari del fondo in aiuto ai lavoratori dello spettacolo? Oppure la parte da destinare alla causa dovrebbe essere versata direttamente dalle agenzie di booking (e orizzontalmente, con una percentuale uguale a tutti gli artisti, o su base volontaria degli artisti stessi?), che quindi diventerebbero le istitutrici del fondo? E sotto che forma? Riunendosi in un consorzio ad hoc, o tramite Assomusica? Sono tutte domande che sarebbe piaciuto rivolgere a Fedez. L'abbiamo contatto attraverso il suo ufficio stampa, che ci ha riferito che Fedez, pur ringraziando, "preferisce declinare la richiesta".

Dall'archivio di Rockol - racconta la emo-trap di "Paranoia airlines"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.