Secondary ticketing, AgCom: sanzionati Viagogo, Stubhub e Mywayticket per 6 milioni di euro

Tra gli eventi per i quali sono stati venduti biglietti a prezzi non consentiti anche concerti di Vasco, Jovanotti, Eros Ramazzotti, Elton John, Laura Pausini e Biagio Antonacci.

Secondary ticketing, AgCom: sanzionati Viagogo, Stubhub e Mywayticket per 6 milioni di euro

L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha concluso le proprie attività istruttorie relative al contrasto del bagarinaggio online (secondary ticketing), sanzionando i tre principali siti di rivendita di biglietti di eventi e concerti Viagogo, Stubhub e Mywayticket per un totale di 5.580.000 euro, e diffidando allo stesso tempo tali piattaforme dal porre in essere ulteriori comportamenti in violazione delle disposizioni di legge.

L’Autorità, si legge dal comunicato diffuso sul sito, ha verificato, e di conseguenza sanzionato, Viagogo, Stubhub e Mywayticket per la violazione dell’art. 1, comma 545, della legge 11 dicembre 2016, n. 232. Le tre società hanno infatti messo in vendita, sui siti web www.viagogo.it; www.stubhub.it e www.mywayticket.it, biglietti per spettacoli e concerti ad un prezzo superiore al prezzo nominale: tra gli eventi per i quali sono stati venduti biglietti a prezzi non consentiti vi sono i concerti di Vasco Rossi, Ennio Morricone, Jovanotti, Eros Ramazzotti, Elton John, Jack Savoretti, Def Leppard, Elisa, Laura Pausini e Biagio Antonacci, Thegiornalisti, svolti tra marzo e settembre 2019. Dagli atti del procedimento è emerso che le società avevano piena consapevolezza di ciò che veniva venduto/acquistato sui propri canali, in violazione della normativa in materia. In particolare, è stato dimostrato come queste, attraverso le proprie piattaforme online, non si limitavano a connettere i potenziali venditori e acquirenti al solo fine di facilitare le transazioni economiche, al pari di una semplice e neutrale bacheca virtuale per la messa in vendita di singoli biglietti, ma avevano come obiettivo la promozione di eventi, con la finalità di massimizzare il numero e il prezzo dei biglietti venduti, ponendosi così anche in concorrenza con i venditori nel mercato primario e con gli organizzatori di eventi.

Gli operatori sanzionati hanno tutti sede in paesi extra-UE. Al termine dell’attività istruttoria, svolta anche con l’ausilio della Guardia di finanza e della Polizia Postale ed avviata a seguito di numerose segnalazioni ricevute da operatori ed associazioni del settore, Viagogo è stato sanzionato per euro 3.700.000, Stubhub per euro 1.750.000 e Mywayticket per euro 130.000.

Aggiornamento del 19 giugno alle ore 12.40

“Sono molto soddisfatto della decisione dell’AGCOM”: così il direttore generale di SIAE Gaetano Blandini ha commentato il provvedimento dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. Blandini ha poi aggiunto:

“Il secondary ticketing calpesta i diritti dei consumatori e riduce i margini di guadagno degli organizzatori che non avallano questa pratica, mentre pone in posizione dominante quelli che ne usufruiscono. Nello stesso tempo comprime i compensi degli autori che sono gli unici ad avere per legge il diritto di sfruttare economicamente le proprie opere. Ecco perché SIAE si è spesa molto per porre un argine al fenomeno del bagarinaggio che rappresenta anche una grave forma di elusione e di evasione fiscale”.

Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.