UK, torna la EMI

La storica etichetta torna in attività con la storia sigla, sotto la guida della manager Rebecca Allen
UK, torna la EMI

La EMI Records, etichetta britannica fondata nel 1931 e negli anni casa di artisti come - tra gli altri - Adam Ant, Kate Bush, Marillion, Sigur Rós, Stranglers e Robbie Williams, tornerà in attività come frontline label, ovvero col proprio marchio storico: la casa discografica era stata rilevata dal gruppo Universal nel 2011 per 1,2 miliardi di sterline e successivamente - nel 2013 - "accorpata" alla Virgin nella Virgin EMI Records. UMG ha annunciato il ritorno sul mercato dello storico marchio sotto la guida di Rebecca Allen, già alle dipendenze del gruppo come presidente di un'altra controllata, la Decca.

"Sono cresciuto a Londra, e la EMI è stato il marchio più iconico della musica britannica", ha spiegato il presidente e ad del gruppo Universal Lucian Grainge: "Quando abbiamo acquisito l'azienda, ci siamo impegnati per nuovi investimenti, innovazione, creatività e, naturalmente, leadership. La nomina di Becky Allen è una testimonianza del nostro impegno a lungo termine e della nostra convinzione che il nome EMI significherà tanto per una nuova generazione di artisti e fan". Dopo gli studi al Trinity College of Music di Londra, la Allen ha iniziato la propria carriera alla BBC, per passare alla Universal nel '99, dove nel 2012 sarebbe stata nominata general manager della Decca e, nel 2017, presidente della stessa etichetta.

Nell'attuale roster domestico della label sono presenti nomi di alto e altissimo come, tra gli altri, Elton John, Paul McCartney, Mark Knopfler, Florence + The Machine e Bastille, ai quali si aggiungono la star nordamericane Justin Bieber, Lewis Capaldi, Killers, Metallica, Katy Perry, Lionel Richie e Taylor Swift.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.