System of a Down, John Dolmayan: una posizione controcorrente

Un lungo post su Instagram per affermare le proprie opinioni "politicamente scorrette"
System of a Down, John Dolmayan: una posizione controcorrente

In posizione antitetica a quella ideologica del suo gruppo, e in particolare a quella del cantante Serj Tankian, il batterista John Dolmayan ribadisce le sue convinzioni politiche con un lungo post su Instagram. Dopo aver sostenuto che Donald Trump, il presidente degli USA, è "il più grande amico delle minoranze", e che "togliere i finanziamenti alla Polizia è la proposta più stupida" che egli abbia mai sentito, Dolmayan esce di nuovo allo scoperto: anche coraggiosamente, ed esponendosi alle critiche dei "politicamente corretti"

"La ragione per la quale posto la mia opinione e mi espongo agli attacchi e al ridicolo siete voi, quelli silenziosi che pensano di essere soli nel mondo in cui i loro pensieri sembrano alieni o sbagliati. Non siete soli, ci sono milioni di persone che la pensano come voi. E a quelli che pensano di essere rappresentanti di una posizione moralmente superiore, e che quindi ogni opinione o parere diverso dal vostro siano sbagliati, dico di ripensarci. Pensare come voi è la strada più facile: le celebrità e i politici che dichiarano di farlo lo fanno perché è nel loro interesse. Ma alla fine sarete sconfitti, perché voi siete proprio ciò contro cui fingete di combattere.
I veri fascisti, i veri ipocriti si nascondono mettendosi in vista proprio nella vostra truppa: quella che ha combattuto per conservare lo schiavismo, le leggi Jim Crow (che istituirono uno status definito di "separati ma uguali" per i neri americani e per i membri di altri gruppi razziali diversi dai bianchi), che non hanno votato l'uguaglianza dei diritti fra uomini e donne, e che sono direttamente responsabili di oltre 70 milioni di aborti, la grande maggioranza dei quali sono stati di donne nere. Voi non volete la libertà di parola, voi non potete reggerla, perché siete dei codardi e pecoroni che hanno bisogno di restare nel gregge. Io sono fortunato, ho la fortuna di lavorare in un'industria in cui SI PUO' esprimere sinceramente le proprie idee, senza pagarne troppo le conseguenze. Io non faccio affidamento su uno studio cinematografico, o su un'etichetta discografica, o su un media o qualsiasi altra entità che deve forzatamente assoggettarsi al politicamente corretto, e non sono a rischio di perdere il mio lavoro perché a voi non piace quello che dico.
Sono tempi pericolosi, questi, in cui il pensiero libero e la libertà di parola sono sotto attacco; ma finiranno, la prossima generazione supererà la vostra follia. A proposito: buon compleanno, signor Presidente Trump, e in bocca al lupo per novembre!"

Al momento nessuno dei colleghi di gruppo del batterista ha risposto alle sue dichiarazioni. La band non pubblica nuovi dischi da 15 anni, pur avendo continuato occasionalmente a suonare dal vivo. Lo stesso Dolmayan ha detto recentemente:

"Finché tutti e quattro non ci ritroveremo allo stesso punto nello stesso momento, e ci sarà un allineamento dei nostri pianeti, penso sia molto improbabile che facciamo nuova musica, ed è un peccato, perché credo che abbiamo ancora molta da offrirne".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
10 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.