Adele: "Non ho più le energie per andare a Glastonbury"

La cantautrice londinese parla dello storico festival inglese.

Adele: "Non ho più le energie per andare a Glastonbury"

La 32enne cantautrice londinese Adele non ha più l'energia per andare al festival di Glastonbury. Anche se i suoi migliori ricordi sono legati a quel luogo e ai selvaggi fine settimana lì trascorsi.

Nel libro 'Glastonbury 50: The Official Story of Glastonbury Festival', scritto da Michael e Emily Eavis – il fondatore e la figlia, che oggi lo affianca alla organizzazione – per celebrare i cinquanta anni della prestigiosa manifestazione, Adele dice:

“Glastonbury per me – e sono sicura per molte altre persone - non è solo un festival. Alcuni dei momenti più significativi della mia vita, ad ogni livello, sono accaduti lì. I miei momenti più felici, più selvaggi, più affettuosi, più strani, più tristi, quelli in cui non mi sono mai sentita meglio, solitari e illuminanti. Ma una cosa che lì non ho mai sentito è l'essere persa... Nel momento stesso in cui metto piede a Worthy Farm sento questa folle energia e questo legame con quel luogo e con tutti quelli che sono lì. Sicuramente non ho più le capacità o l'energia per andarci tutti gli anni. Ma quando ci vado, lo sento ancora. Mi sento come fossi tornata ragazzina, vagare in giro costantemente alla ricerca della gente ma senza preoccuparmi.”

Adele fu headliner del festival nel 2016 e sebbene fosse terrorizzata prima di salire sul palco, rimane, a detta sua, il momento clou della sua carriera.

“L'ho sentito anche quando ero headliner, il brusio e la calma di sapere che ero da qualche parte che conoscevo. Mi ha fatto sentire al sicuro e in buone mani per affrontare la mia più grande paura musicale. L'idea di essere un headliner ai festival mi fa impazzire. Così. Tanta. Gente. Per quanto fossi nervosa, non c'era altro posto in cui avrei potuto farlo. Non esiste un posto come Glastonbury. È stato il momento più alto in assoluto della mia carriera e uno dei più grandi della mia vita.”

Caricamento video in corso Link

Questa la scaletta del concerto del 25 giugno 2016 al festival di Glastonbury:

"Hello"
"Rumour Has It"
"I'll Be Waiting"
"One and Only"
"Water Under the Bridge"
"Skyfall"
"Hometown Glory"
"Don't You Remember"
"Send My Love (To Your New Lover)"
"River Lea"
"Rolling in the Deep"
"Make You Feel My Love" (cover di Bob Dylan)
"Set Fire to the Rain"

Encore:
"When We Were Young"
"Someone Like You"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.