Twitch, giro di vite per i DJ set e l'uso della musica registrata

Niente più musica senza licenza sulla piattaforma originariamente dedicata al gaming.
Twitch, giro di vite per i DJ set e l'uso della musica registrata

 Twitch dà un giro di vite all'uso della musica registrata negli streaming e nei  video on demand sulla sua piattaforma, diventata ancora più popolare e usata sempre più in funzione musicale, oltre alla sua origine dedicata al gaming.

Nei giorni scorsi molti streamer hanno ricevuto notifiche di violazione del copyright, anche per video di diverso tempo fa, e riguardanti soprattutto dj set postati in diretta, come in questo caso:

 Nelle regole per l'uso di musica su Twitch si legge infatti - e la piattaforma ha iniziato ad applicare alla lettera quanto previsto dalle sue linee guida, con l'avvertenza che "Se violi queste linee guida, potresti essere soggetto a una richiesta di rimozione da parte dei detentori dei diritti musicali in conformità con le nostre Linee guida DMCA. Potremmo anche agire in conformità con le nostre Linee guida per la community".

Chiediamo agli autori di contenuti di condividere solo i contenuti per cui siano in possesso dei necessari diritti. Trasmettere o caricare contenuti che includono musica protetta da copyright rappresenta una violazione delle nostre policy, a meno che non si disponga dei diritti o dell'autorità per condividere tale musica su Twitch.
Non è consentito includere nei propri streaming o VOD (trasmissioni passate, anteprime precedenti, contenuti in evidenza, clips e caricamenti) musica di cui non si è proprietari, a eccezione nei casi descritti di seguito o altrimenti consentiti dalla normativa vigente.
L'acquisto di musica (ad esempio, un CD o un file mp3) o l'abbonamento a un servizio di streaming musicale non costituisce l'acquisizione di un diritto a condividere tale musica su Twitch. Un acquisto o abbonamento di tale tipo accorda semplicemente una licenza personale per accedere ai contenuti esclusivamente per la riproduzione personale e privata.

Ecco i contenuti musicali vietati da Twitch

  • Programmi di ascolto di stile radiofonico – Uno streaming o VOD su Twitch dedicato alla riproduzione di musica non di tua proprietà e per cui non hai ottenuto una licenza per condividerla su Twitch.
  • DJ set – Riproduzione e/o missaggio di brani musicali preregistrati che incorporino musica non di tua proprietà e per cui non hai ottenuto una licenza per condividerla su Twitch.
  • Esibizione karaoke – Canto o esibizione su una registrazione per karaoke diversa da un'esecuzione karaoke di gioco per cui hai ottenuto una licenza per la condivisione su Twitch, ad esempio un'esecuzione di Twitch Sings.
  • Esibizione in playback – Pantomima, esibizione canora o finta esibizione canora su musica non di tua proprietà e per cui non hai ottenuto una licenza per condividerla su Twitch.
  • Rappresentazione visiva di musica – Testi, notazione musicale, tablatura o qualunque altra rappresentazione visiva di musica non di tua proprietà e per cui non hai ottenuto una licenza per condividerla su Twitch, o testi "on screen" o rappresentazioni di musica fornita da Twitch all'interno del gioco Twitch Sings e catturata durante gli streaming o i VOD delle tue esibizioni in Twitch Sings.
  • Esecuzione di cover – Esecuzione di un brano di proprietà di terzi, con l'eccezione delle esibizioni live nei tuoi streaming su Twitch. Se esegui una cover durante uno streaming live su Twitch, ti chiediamo di fare uno sforzo di buona fede nell'eseguire il brano com'è stato scritto dall'autore originale e di creare tutti gli elementi audio senza incorporare brani strumentali, registrazioni musicali o altri elementi registrati di proprietà di terzi.
Music Biz Cafe, parla Paolo Salvaderi (Radio Mediaset)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.