I Guns N'Roses nel 1991 vennero banditi dalla città di Saint Louis

Axl Rose interruppe il concerto della band californiana e tra il pubblico scoppiò il pandemonio.

I Guns N'Roses nel 1991 vennero banditi dalla città di Saint Louis

Il 2 luglio 1991 i Guns N'Roses portarono il loro 'Use Your Illusion Tour' al Riverport Amphitheatre di Maryland Heights nei sobborghi di St. Louis. Non potevano immaginare che quel concerto sarebbe stato un capitolo indimenticabile della loro storia. Si ritrovarono, infatti, banditi dalla città a causa di un incidente ora definito come 'Riot Queen Rocket'.

L'esibizione della band californiana avrebbe portato al ferimento di 65 persone, inclusi 25 poliziotti, con tanto di mandato di arresto per il frontman del gruppo Axl Rose. Quel mandato venne poi procrastinato fino al ritorno del cantante dalle date del tour europeo, quando gli venne affibbiata una pena di due anni di libertà vigilata.

Quella sera tutto filò liscio almeno fino alla quindicesima canzone in scaletta, "Rocket Queen", a quel punto dello show Axl si accorse che un fan stava filmando la band, allora puntò con rabbia il dito verso il pubblico e gridò alla sicurezza: "Aspettate, prendetelo! Prendete quello! Subito! Prendete quel ragazzo, prendetelo!”. Evidentemente non soddisfatto del lavoro della security Axl prese in mano la situazione, e, afferrata una telecamera si lanciò contro il pubblico prima di essere fermato dai ragazzi della sicurezza. Ripreso il suo posto on stage sbraitò al microfono: "Bene, grazie ai coglioni della sicurezza me ne vado a casa!", per poi buttare il microfono a terra e lasciare la scena.

Caricamento video in corso Link

I compagni di band, sorpresi dall'alzata di ingegno del loro cantante, si ritrovarono in una situazione imbarazzante. Slash allora disse al pubblico: "Ha sfasciato il microfono. Ce ne andiamo." La qualcosa fece infuriare il pubblico presente e dette il via a una sommossa di massa che non si concluse prima di tre ore nella quale vennero ferite molte persone.

In seguito Axl Rose affermò di avere visto un biker di una gang locale chiamata Saddle Tramps scattare delle foto pirata senza che la sicurezza intervenisse in alcun modo:

"I ragazzi della sicurezza sapevano esattamente cosa stava accadendo e facevano tutto il possibile per lasciarlo fare (…) Il che ha alimentato la mia rabbia per assicurarmi che ciò non accadesse".

Il giornalista Daniel Durchholz era presente quella sera e parlando di ciò che accadde con la rivista Billboard, rivelò:

"Sul palco venne lanciata una manichetta antincendio con l'idea di usarla contro chiunque avesse osato provare a rompere il perimetro formato dai poliziotti. A loro insaputa, l'acqua non aveva pressione. Un uomo salì sul palco, si diresse contro il flebile getto, quindi si abbassò i pantaloni e agitò il suo pene contro i poliziotti. Altra gente si dondolava sui cavi della piattaforma dell'impianto di illuminazione da 60 tonnellate barcollando in modo disgustoso da un lato all'altro. Un tecnico ci ha detto: "Se quell'impianto crolla, ci sarà una strage".

Fortunatamente nessuno ci rimise la vita, al contrario di quanto accadde a Donington nel 1988 quando persero la vita due fan dei Guns N'Roses. Quel tragico ricordo tornò in mente al chitarrista Izzy Stradlin che poi disse:

"Quando succede una cosa del genere, non puoi fare a meno di ripensare a Donington. Cosa ci impedisce dal calpestare altre persone, perché al cantante non piace qualcosa?".

Caricamento video in corso Link

Il gruppo venne quindi bandito dalla città di Saint Louis ed espresse chiaramente il proprio pensiero al riguardo quando, tra i ringraziamenti riportati nelle note interne ai due album “Use Your Illusion I e II”, pubblicati nel settembre 1991, riportarono quattro semplici parole: "Fuck You, St. Louis!".

I Guns N'Roses tornarono a suonare a Saint Louis solo ventisei anni dopo, il 27 luglio 2017, per una data del loro 'Not in This Lifetime' tour.

Setlist:

Perfect Crime

Mr. Brownstone

Live and Let Die (cover degli Wings)

Dust N' Bones

You Could Be Mine

Patience

Double Talkin' Jive

November Rain

Welcome to the Jungle

Civil War

14 Years

Matt Sorum Drum Solo

Slash Guitar Solo

Speak Softly Love (Tema del film 'Il Padrino') (cover di Nino Rota)

Rocket Queen

Caricamento video in corso Link
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.