Warner Music, un fondo da 100 milioni contro violenza e razzismo

L'iniziativa presa in collaborazione con la fondazione intitolata alla famiglia del vicepresidente Len Blavatnik

Warner Music, un fondo da 100 milioni contro violenza e razzismo

Warner Music, di concerto con la Blavatnik Family Foundation, fondazione creata dall'attuale vicepresidente della major Blavatnik, ha annunciato l'attivazione di un fondo da 100 milioni di dollari da destinare a "cause benefiche legate all'industria musicale, alla giustizia sociale e alle campagne contro la violenza e il razzismo". Il comitato consultivo - che sarà composto da elementi nominati da Warner e da altri indicati dalla fondazione - stabilirà le procedure per "identificare e supportare appartenenti alla comunità musicale e organizzazioni che rafforzano l'istruzione e promuovono l'uguaglianza, le pari opportunità, il rispetto della diversità e l'inclusione".

"Questa iniziativa è dedicata al quanti siano in prima linea nella lotta contro il razzismo e l'ingiustizia, oltre a quanti aiutino chi è in difficoltà nel settore musicale", ha fatto sapere l'ad di WMG Steve Cooper: "Siamo determinati a contribuire, a lungo a medio termine, allo sforzo per realizzare un vero cambiamento".

Nella mattina di oggi il gruppo Warner Music ha confermato l'intenzione di quotarsi sui mercati finanziari: la società - valutata circa 13 miliardi di dollari - dovrebbe sbarcare a Wall Street con un prezzo di apertura pari a 25 dollari americani per azione.
 

Music Biz Cafe, parla Massimo Bonelli (iCompany, Concerto del Primo Maggio)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.